Crea sito

Aritmie Newsletter

ALERT Aritmologia !

Top News /  GLORIA-AF Register: nella fibrillazione atriale non-valvolare gli anticoagulanti orali sono sottoutilizzati. Nel Nord America l’Aspirina è ampiamente prescritta

Gli anticoagulanti orali sottoutilizzati nella prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare

I dati dal Registro GLORIA-AF hanno indicato che i pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare ad alto rischio di ictus sono sottotrattati con gli anticoagulanti orali, e in questa popolazione di …

News

La terapia ICD è efficace nei pazienti con sindrome di Brugada

Uno studio a singolo Centro ha mostrato che nei pazienti con sindrome di Brugada, la terapia con defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) è efficace, e ha esercitato il suo effetto sulle aritm …

La gestione della temperatura corporea non incide sulla capacità cognitiva e sulla qualità di vita dopo arresto cardiaco

I pazienti con arresto cardiaco extra-ospedaliero sottoposti a gestione mirata della temperatura corporea a 33°C oppure a 36°C hanno presentato funzioni cognitive e qualità di vita simili. E’stato …

Le recidive di fibrillazione atriale sono comuni 5 anni dopo l’intervento di ablazione nei pazienti con insufficienza cardiaca sistolica

La maggior parte dei pazienti con fibrillazione atriale e insufficienza cardiaca sistolica che subiscono ablazione vanno incontro a recidiva aritmica a 5 anni. Ricercatori hanno esaminato l’efficac …

Cardiomiopatia: l’impiego di Ace inibitori e sartani abbassa l’incidenza di shock appropriati erogati dai dispositivi ICD

Per i pazienti con cardiomiopatia, l’uso di inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina ( ACEi; Ace inibitori ) e di antagonisti del recettore dell’angiotensina ( ARB; sartani ) è associato …

Nuovi anticoagulanti orali & Fibrillazione atriale non-valvolare

Fibrillazione atriale non-valvolare e anticoagulanti: Dabigatran, una alternativa sicura e potenzialmente più efficace del Warfarin

Dabigatran ( Pradaxa ), un nuovo anticoagulante orale, rappresenta una nuova opzione di trattamento per la prevenzione dell’ictus nella fibrillazione atriale oltre al Warfarin ( Coumadin ), la terapia …

Apixaban non aumenta il sanguinamento nei pazienti con insufficienza renale lieve o moderata-grave

Una meta-analisi ha mostrato che, rispetto agli anticoagulanti tradizionali, l’uso di Apixaban ( Eliquis ), un inibitore diretto del fattore Xa, è risultato associato a un rischio di sanguinamento inf …

Corretto impiego dei farmaci antiaritmici / Dronedarone / Fibrillazione atriale

Le lineeguida hanno posizionato il Dronedarone come antiaritmico di prima linea in molti pazienti con fibrillazione atriale / flutter atriale. Il farmaco non deve essere impiegato nei pazienti con insufficienza cardiaca avanzata e nei pazienti che presentano fibrillazione atriale permanente. ( Gerald V Naccarelli – Penn State Hershey Heart and Vascular Institute, USA )

Keynotes

  1. A) L’impiego di farmaci antiaritmici di classe Ic nei pazienti con fibrillazione atriale affetti da malattia coronarica è limitato a causa di possibili gravi effetti collaterali. Nella analisi post hoc il Dronedarone appare sicuro e riduce l’ospedalizzazione cardiovascolare e la mortalità nei pazienti con malattia coronarica stabile e fibrillazione atriale non-permanente.
  1. B) Il Dronedarone ( ma non il placebo ) riduce il prodotto tra frequenza cardiaca e pressione sistolica ( RPP ) limitando in tal modo l’ischemia da richiesta. Questo effetto è più accentuato nei pazienti con esacerbazioni di fibrillazione atriale.
  1. C) Nei pazienti con malattia coronarica stabile e fibrillazione atriale non-permanente, il Dronedarone riduce l’incidenza di eventi coronarici acuti. Questo effetto è maggiore nei pazienti con ridotta frazione di eiezione ventricolare sinistra.

Effetto del Dronedarone sugli endpoint clinici nei pazienti con fibrillazione atriale e cardiopatia coronarica

Uno studio ha valutato la sicurezza e gli esiti cardiovascolari del farmaco antiaritmico Dronedarone ( Multaq ) nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica o persistente affetti da malattia c …

MediExplorer, il Motore di ricerca per i Medici

Attività sessuale nei pazienti con aritmie, pacemaker e defibrillatori cardioverter impiantabili: raccomandazioni

L’attività sessuale è ragionevolmente praticabile dai pazienti con fibrillazione atriale o flutter atriale e frequenza ventricolare ben controllata ( Classe IIa, livello di evidenza C ).L’attività sessuale è ragionevolmente praticabile dai … Leggi

Associazione tra fumo, apnea del sonno, e alcalosi plasmatica con aritmie ventricolari notturne negli uomini con insufficienza cardiaca sistolica

Il numero elevato di morti improvvise a causa di tachiaritmie ventricolari resta una delle principali cause di modalità nei pazienti con insufficienza cardiaca sistolica. Uno studio ha determinato l’associazione delle aritmie ventricolari … Leggi

Aritmie ventricolari indotte sotto sforzo e rischio di morte cardiaca improvvisa nei pazienti con cardiomiopatia ipertrofica

La tachicardia ventricolare non-sostenuta ( TVNS ) nel corso del monitoraggio elettrocardiografico ambulatoriale è associata ad un aumento del rischio di morte cardiaca improvvisa nei pazienti con cardiomiopatia ipertrofica.Uno studio si … Leggi

 

Ematologia Newsletter

ALERT Ematologia !

Top News /  Linfoma di Hodgkin e nuovo approccio terapeutico a base di inibitori PD-1

Nivolumab ( Opdivo ), un farmaco capace di riattivare le difese immunitarie, è molto efficace anche nei pazienti con recidiva di linfoma di Hodgkin, per i quali la speranza di vita mediana è di appena 1.3 anni

Immunoterapia nel linfoma di Hodgkin recidivante o refrattario: il tasso di risposta globale è stato dell’87% con Nivolumab

Sono stati pubblicati sul The New England Journal of Medicine ( NEJM ), i risultati presentati a S. Francisco durante il 56° Meeting dell’American Society for Hematology ( ASH ) dello studio di fase 1 …

Breakthrough therapy  ( Terapia fortemente innovativa )

Leucemia linfoblastica acuta da precursori delle cellule B, approvazione accelerata per Blincyto da parte della FDA

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Blincyto ( Blinatumomab ) nel trattamento dei pazienti adulti con leucemia linfoblastica acuta da precursori delle cellule B ( pre-B LLA ) Philadelp …

News

Ruxolitinib superiore alla terapia standard nella policitemia vera

I pazienti con policitemia vera, che erano resistenti o che mostravano intolleranza alla terapia a base di Idrossiurea hanno dimostrato livelli di ematocrito meglio controllati, ridotto volume della m …

La terapia di mantenimento con Rituximab prolunga la sopravvivenza libera da eventi e la sopravvivenza senza progressione nei giovani pazienti con linfoma a cellule del mantello

Dall’analisi ad interim dello studio di fase 3 LyMa è emerso che la terapia di mantenimento con Rituximab ( MabThera, Rituxan ) dopo il trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche è associata …

La trasfusione di piastrine associata a un aumentato rischio di morte nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica e trombocitopenia indotta da Eparina

La trasfusione di piastrine è spesso utilizzata nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica, porpora trombocitopenica autoimmune e trombocitopenia indotta da Eparina. Tuttavia, l’uso di tr …

Xagena Forum

Leucemia linfoblastica acuta da precursori delle cellule B: Blincyto, il più costoso farmaco sul mercato

FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

FDA ha approvato Zydelig per leucemia linfatica cronica, linfoma a piccoli linfociti, linfoma follicolare

La FDA ( Food and Drug Adminstration ) ha approvato l’inibitore della PI3 chinasi delta, Idelalisib ( Zydelig ), come monoterapia per i pazienti con linfoma non-Hodgkin follicolare a cellule B e linfoma a piccoli linfociti, e anche come parte … Leggi

SAR650984, un anticorpo monoclonale anti-CD38, in monoterapia o in associazione nel trattamento del mieloma multiplo

L’anticorpo monoclonale SAR650984 CD38-specifico ha dimostrato una efficacia incoraggiante come monoterapia e in combinazione con Desametasone e Lenalidomide ( Revlimid ) senza raggiungere una dose massima tollerata nei pazienti con mieloma … Leggi

Crioterapia orale nella prevenzione della mucosite orale dopo condizionamento con Melfalan ad alte dosi per il trapianto autologo di cellule staminali per linfoma e mieloma

La mucosite orale è una complicanza comune di regimi di condizionamento con Melfalan ad alte dosi ( HDmel ). Uno studio di coorte retrospettivo ha analizzato l’impatto della crioterapia orale o di risciacqui di soluzione salina a temperatura … Leggi

Ipercolesterolemia Newsletter

ALERT Ipercolesterolemia !

Top News /  Nuova era nel trattamento cardiovascolare ?

Meta-analisi: i dati di mortalità offrono la prova più convincente che gli anticorpi monoclonali che hanno come bersaglio PCSK9 rappresentano una classe potenzialmente “rivoluzionaria” di farmaci ipolipemizzanti.

I dati devono, tuttavia, essere confermati nel lungo periodo

Gli inibitori di PCSK9 appaiono abbassare la mortalità generale e cardiovascolare

Il trattamento con inibitori PCSK9 che abbassano i livelli plasmatici di colesterolo è associato a un ridotto rischio di morte per tutte le cause e una riduzione delle morti cardiovascolari in una met …

FOCUS ON: Inibizione PCSK9 / Alirocumab / Evolocumab

Efficacia e sicurezza di Alirocumab nella riduzione dei lipidi e degli eventi cardiovascolari

Alirocumab ( Praluent ), un anticorpo monoclonale che inibisce la proproteina convertasi subtilisina/kexina di tipo 9 ( PCSK9 ), ha dimostrato di ridurre i livelli di colesterolo LDL ( lipoproteina a …

Inibizione di PCSK9 con Evolocumab nella ipercolesterolemia familiare eterozigote: studio RUTHERFORD-2

L’ipercolesterolemia familiare eterozigote è caratterizzata da basso assorbimento cellulare di colesterolo LDL, aumentate concentrazioni plasmatiche di colesterolo LDL, e malattie cardiovascolari prem …

Inibizione di PCSK9 con Evolocumab nella ipercolesterolemia familiare omozigote: studio TESLA Parte B

L’ipercolesterolemia familiare omozigote è una rara e grave malattia causata da clearance plasmatica molto bassa o assente di LDL, sostanzialmente aumentato colesterolo LDL, e accelerato sviluppo di m …

Statine

Diabete mellito di tipo 2: la terapia di associazione Simvastatina ed Ezetimibe è associata a un più basso tasso di eventi avversi cardiaci rispetto alle statine ad alta potenza assunte da sole

Le recenti sperimentazioni hanno mostrato una riduzione del rischio di eventi cardiaci avversi maggiori ( MACE ) con la terapia a base di Simvastatina e Ezetimibe ( Vytorin ) nei pazienti con sindrome …

Il Punto su:  Diagnosi clinica di ipercolesterolemia familiare

In Italia sarebbero 200.000-250.000 i soggetti con ipercolesterolemia ereditaria, ovvero una persona su 200. Un numero, a detta degli Esperti, però sottostimato.

Secondo Claudio Borghi dell’Università di Bologna la ragione di un dato così irrisorio è dovuta alla convinzione che per scoprire questa anomalia nella produzione di lipidi nel sangue occorra un test genetico.

La procedura è molto più semplice perché la propensione al colesterolo alto è identificabile con un semplice questionario.

Poche domande di facile intuizione riguardanti la storia familiare e personale del paziente, le abitudini e lo stile di vita comparate ai valori di colesterolo sono sufficienti per permettere al medico di capire che nel psso produttivo dei lipidi qualche cosa non va come dovrebbe.

FarmaExplorer.it: il database di news

per i Medici

 

Farmaci che aumentano i livelli di colesterolo HDL: la risposta a Dalcetrapib varia in base al genotipo

Una nuova ricerca ha dimostrato che gli effetti di Dalcetrapib sugli esiti aterosclerotici possono essere influenzati da polimorfismi del gene ADCY9. Dalcetrapib, un inibitore della proteina di trasferimento degli esteri del colesterolo ( CEPT ), … Leggi

Varianti genetiche influenzano la risposta del colesterolo LDL alla terapia con statine

Due nuove varianti genetiche che influenzano il grado di riduzione del colesterolo LDL in risposta alla terapia con statine sono state identificate in una analisi di ampie dimensioni che ha riguardato soggetti trattati con questi farmaci … Leggi

Effetto di un farmaco di RNA interference sulla sintesi di PCSK9 e sulla concentrazione di colesterolo LDL sierico in volontari sani

La proproteina convertasi subtilisina/kexina di tipo 9 ( PCSK9 ) si lega ai recettori LDL ( lipoproteina a bassa densità ), portando alla loro degradazione. Studi genetici hanno dimostrato che mutazioni con perdita di funzione in PCSK9 portano … Leggi

 

Xagena Corner

Ipercolesterolemia: Alirocumab, inibitore PCSK9, riduce il colesterolo LDL del 62% a 24 settimane, rispetto al placebo

I risultati di 4 studi di fase 3 del Programma clinico ODYSSEY che ha riguardato Alirocumab ( Praluent ), un anticorpo monoclonale che ha come bersaglio PCSK9, in pazienti con ipercolesterolemia, …

Per iscriversi alla Newsletter Evidence Medicine in inglese
Coloro che sono GIA’ ISCRITTI ad altre Newsletter Xagena possono accedere al Pannello di Controllo al sito XagenaWeb.it inserendo l’indirizzo e-mail con il quale ricevono le Newsletter e la Password personale [ RIPORTATA IN FONDO A OGNI NEWSLETTER ]  E’ importante confermare la modifica cliccando sul tasto SALVA MODIFICA

Tumori Newsletter

ALERT Oncologia !

Top News / Melanoma avanzato / Approvato in Europa il primo inibitore del checkpoint immunitario

Melanoma avanzato: Opdivo, un inibitore del checkpoint PD-1 come prima linea anche nei pazienti trattati in precedenza

La Commissione europea ha approvato Opdivo ( Nivolumab ), un inibitore del checkpoint immunitario PD-1, per il trattamento del melanoma avanzato ( non-operabile o metastatico ) negli adulti, indipende …

***

ASCO VALUE FRAMEWORK / Indicatori di performance per i farmaci oncologici

ASCO Value Framework, un sistema per misurare il valore del trattamento antitumorale

ASCO ( American Society of Clinical Oncology ) ha pubblicato un sistema di misurazione del valore delle opzioni di trattamento dei tumori. Il framework è nella forma di una scala che misura il bene …

Il caso Alimta

“Tumore del polmone non-a-piccole cellule: Pemetrexed ( Alimta ) associato al Cisplatino ha dimostrato un punteggio di beneficio netto per la salute di 0 ( zero ) su 130 e costa circa 9200 dollari al mese rispetto a circa 812 dollari al mese per Cisplatino e Gemcitabina “

L’ASCO prima ha valutato il farmaco nel tumore del polmone non-a-piccole cellule senza distinzione istologica e ha assegnato un beneficio pari a zero rispetto allo standard di cura, poi su sollecitazione di Eli Lilly ha focalizzato l’attenzione sul tipo non-squamoso e il beneficio è salito a 16 su una scala 0-130.

Alimta trova indicazione nel tumore del polmone non-a-piccole cellule non-squamoso

Approfondimento

ASCO Value Framework: applicazione in scenari clinici

La Task Force ASCO ha applicato il framework di quattro scenari clinici in cui più studi hanno confrontato le nuove opzioni di trattamento con gli attuali standard di cura: trattamento di prima linea …

Versione in lingua inglese su: DrugsNews.net

Xagena Corner
A) Focus On: Tumore del testa-collo

Efficacia di Pembrolizumab nel tumore testa-collo ricorrente o metastatico

Al 51° Meeting dell’American Society of Clinical Oncology ( ASCO ) sono stati presentati i nuovi dati dello studio di fase 1b KEYNOTE-012 su Pembrolizumab ( Keytruda ), un anticorpo monoclonale diretto contro PD-1, utilizzata come monoterapia in … Leggi

B) Focus On: Tumore alla mammella

Studio MARIANNE: T-DM1 non migliora la sopravvivenza libera da progressione rispetto a Trastuzumab più un taxano nei pazienti con carcinoma mammario HER2+ localmente avanzato o metastatico

Il trattamento con T-DM1 ( Trastuzumab emtansine; Kadcyla ) ha comportato una sopravvivenza libera da progressione non-inferiore, ma non-superiore, rispetto a Trastuzumab ( Herceptin ) più un taxano ( …

C) Focus On: Mieloma multiplo

Elotuzumab più Lenalidomide e Desametasone ritarda la progressione nel mieloma multiplo

L’aggiunta dell’anticorpo monoclonale Elotuzumab a un regime standard per il mieloma multiplo recidivato / refrattario, in fase precoce, ha esteso la durata della remissione in media di 5 mesi. La combinazione di Elotuzumab, Lenalidomide e … Leggi

Aritmologia Newsletter

ALERT Aritmologia !
Top News / Fibrillazione atriale: controllo del ritmo o controllo della frequenza ?

Fibrillazione atriale: il controllo del ritmo non è superiore al controllo della frequenza negli esiti clinici

Per i pazienti con fibrillazione atriale nel Registro ORBIT-AF, il controllo del ritmo non è risultato superiore al controllo della frequenza negli esiti clinici, ma era associato a una maggiore osped …

News

Fibrillazione atriale e ictus nei pazienti adulti con difetto del setto atriale ed effetto a lungo termine della chiusura

È stato stimato il rischio di fibrillazione atriale e di ictus e l’impatto della chiusura nei pazienti con difetto del setto atriale, rispetto a una coorte di popolazione generale. Tutti i pazienti …

Più alto indice di massa corporea correlato a più bassa mortalità nei pazienti con fibrillazione atriale

Una analisi dei pazienti del Registro ORBIT-AF ha evidenziato un effetto paradosso dell’obesità nei pazienti con fibrillazione atriale prevalente. E’ stato trovato che i pazienti con un maggior indic …

Bassi livelli sierici di 25-Idrossivitamina-D non sono associati a fibrillazione atriale incidente in una coorte basata sulla comunità

Uno studio ha valutato la potenziale associazione tra 25-Idrossivitamina D [ 25(OH)D ] circolante e il rischio di fibrillazione atriale. Sono stati studiati 12303 partecipanti allo studio ARIC ( A …

EMA ( European Medicines Agency )

EMA: il difetto nel device per la misurazione dell’INR nello studio ROCKET non influisce sulla sicurezza di Xarelto, un anticoagulante, impiegato nella fibrillazione atriale non-valvolare

L’EMA ( European Medicines Agency ) ha concluso che il difetto nel dispositivo per la misurazione dell’INR utilizzato nello studio ROCKET non cambia le conclusioni sulla sicurezza globale e sul rappor …

Tachicardia ventricolare & Ablazione

I risultati dello studio Thermocool VT hanno sollevato timori riguardo alla procedura, e in particolare: la percentuale del 50% di recidiva aritmica a 2 anni e la mortalità del 25% a 3 anni, così come la mancanza di associazione tra la non-inducibilità della tachicardia ventricolare e la sopravvivenza a lungo termine.

d’Avila e Singh hanno intitolato il loro editoriale: Ventricular Tachycardia Ablation – Are We Winning the Battle But Losing the War ?

Anche se c’è stata una riduzione delle ospedalizzazioni totali durante lo studio, l’ospedalizzazione secondaria per insufficienza cardiaca è rimasta invariata dopo l’ablazione della tachicardia ventricolare.

Pazienti con tachicardia ventricolare: l’ablazione transcatetere con radiofrequenza migliora i risultati a lungo termine

Dallo studio Thermocool VT è emerso che i pazienti con tachicardia ventricolare ricorrente sperimentano un minor numero di shock da defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) e di episodi di tac …

Medicina :: Database :: MediExplorer


Rischio di aritmie clinicamente significative quando Harvoni o Daklinza in combinazione con Sovaldi sono somministrati in concomitanza con Amiodarone

In accordo con l’EMA ( European Medicine Agency ) e l’Agenzia Italiana del Farmaco ( AIFA ), le aziende titolari dei medicinali Harvoni, Daklinza e Sovaldi hanno informato gli operatori sanitari riguardo a: • In pazienti in trattamento con … Leggi

Farmaci antibatterici: rischio di aritmie potenzialmente fatali con Azitromicina

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha avvertito gli operatori sanitari e il pubblico che il farmaco antibiotico Azitromicina ( Zithromax o Zmax; in Italia: Ribotrex, Trozocina, Zitromax et altri ) può causare cambiamenti anomali … Leggi

I disturbi respiratori durante il sonno aumentano il rischio di aritmie negli anziani

Il rischio di ectopia ventricolare complessa e di fibrillazione atriale aumenta con l’aumentare della gravità dei disturbi respiratori durante il sonno negli uomini anziani.Precedenti studi avevano dimostrato che i disturbi del respiro … Leggi

 

MedTv MedTv

MOTORI DI RICERCA IN MEDICINA – XAGENA

MediExplorer FarmaExplorer MedFocus Xapedia

Malattie cardiache Newsletter di Aggiornamento

ALERT Cardiologia !

Top News / Infarto miocardico

Canakinumab riduce il rischio di MACE dopo infarto miocardico

Canakinumab, un anticorpo monoclonale anti-interleuchina-1 beta ( anti-IL-1 beta ), ha ridotto il rischio di eventi cardiovascolari tra i sopravvissuti a infarto miocardico. Queste sono le conclusioni …

Focus: Prevenzione dell’Ictus

Più alta incidenza di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale asintomatica rispetto ai pazienti con forma sintomatica

I tassi di precedenti ictus sono risultati più elevati nei pazienti con fibrillazione atriale appena diagnosticata rispetto a quelli che avevano presentato sintomi in precedenza, secondo i risultati d …

Focus: Nutraceutici in Cardiologia

L’iniezione di microrganismi fotosintetici nel tessuto cardiaco in carenza di ossigeno può migliorare la funzione cardiaca in un modello murino

L’uso di microrganismi fotosintetici per fornire l’ossigeno necessario al tessuto cardiaco danneggiato potrebbe essere un approccio praticabile per il trattamento in acuto dell’infarto miocardico. …

News

Lo stress intenso e di lunga durata aumenta il rischio di morte nei pazienti con cardiopatie

Secondo uno studio, una forte tensione emotiva, protratta nel tempo, può aumentare in modo significativo il rischio di mortalità nei pazienti con malattia coronarica stabile. Lo stress risulta meno …

L’insufficienza della valvola mitralica associata ad aumento della mortalità per scompenso cardiaco

Una insufficienza della valvola mitrale, fondamentale perché il passaggio del sangue proceda in una sola, giusta direzione, è un problema serio per la salute e non a caso si associa a un incremento de …


Informazioni mediche ?

MediExplorer.it: un database con oltre 25.000 notizie

http://www.mediexplorer.it


I farmaci anti-infiammatori possono aumentare il rischio di infarto del miocardio durante le infezioni respiratorie acute

Uno studio osservazionale ha mostrato che l’uso di farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ) può aumentare il rischio di infarto…

Il rischio di scompenso cardiaco può essere maggiore nelle donne in postmenopausa

Le donne in postmenopausa con un periodo riproduttivo più breve hanno mostrato un più alto rischio di scompenso cardiaco incidente…

La Caffeina non aumenta il rischio a breve termine di aritmie nei pazienti con insufficienza cardiaca

Non è stata trovata alcuna associazione tra assunzione di Caffeina e gli episodi aritmici in pazienti cardiopatici. I risultati provengono…

 

MedTv MedTv

Medicinali Newsletter di Aggiornamento

ALERT Farmaci !

Top News / Oncologia & Malattie rare

Carcinoma a cellule renali: approvato nell’Unione Europea Opdivo

La Commissione Europea ha approvato Nivolumab ( Opdivo ) in monoterapia per una nuova indicazione nei pazienti adulti con carcinoma a cellule renali avanzato precedentemente trattati. Nivolumab è i …

Giotrif per il carcinoma polmonare a cellule squamose, approvato nell’Unione Europea

Giotrif ( Afatinib ) è¨ stato approvato dalla Commissione Europea per il carcinoma polmonare a cellule squamose avanzato in progressione durante o dopo chemioterapia a base di Platino. L’approvazion …

Malattie rare: Galafold, il primo trattamento orale per la malattia di Fabry

L’EMA ( European Medicines Agency ) ha raccomandato la concessione dell’autorizzazione all’immissione in commercio in Europa di Galafold ( Migalastat ) per il trattamento della malattia di Fabry, una …

Cardiologia

Gli inibitori della pompa protonica possono offrire gastroprotezione nei pazienti che necessitano di doppia terapia antiaggregante

Una analisi post-hoc dei dati dello studio COGENT ha mostrato che gli inibitori della pompa protonica possono ridurre gli eventi gastrointestinali nei pazienti che necessitano di doppia terapia antiag …

La supplementazione giornaliera a base di Vitamina-D3 può risultare benefica per i pazienti con insufficienza cardiaca

Per i pazienti con insufficienza cardiaca cronica, la supplementazione giornaliera con Vitamina D-3 può migliorare la funzione cardiaca. La prognosi per i pazienti con insufficienza cardiaca non è .

Diabetologia

FDA: la Metformina è sicura per alcuni pazienti con insufficienza renale

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha annunciato che il farmaco per il diabete mellito di tipo 2, Metformina, può essere impiegato in modo sicuro nei pazient …

FDA: avvertenze riguardo al rischio di insufficienza cardiaca per i farmaci antidiabetici che contengono Saxagliptin e Alogliptin

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha comunicato che i farmaci per il diabete mellito di tipo 2 che contengono Saxagliptin e Alogliptin possono aumentare il rischio di insufficienza cardiaca, in p …

Il farmaco antidiabetico Pioglitazone appare associato a un aumentato rischio di cancro alla vescica

Uno studio ha mostrato che il farmaco per il diabete, Pioglitazone, appare associato a un aumentato rischio di cancro alla vescica, seppur l’incidenza sia bassa. I risultati suggeriscono che il risch …

Epatologia

Il trattamento con Harvoni per solo 6 settimane è sufficiente per curare l’epatite C in fase acuta

Uno studio pilota ha trovato che tutti i pazienti con infezione acuta da virus dell’epatite C ( HCV ) sottoposti a trattamento antivirale ad azione diretta nel corso di un breve periodo di 6 settiman …

Infezione cronica da virus dell’epatite C di genotipo 1: il trattamento con Viekirax più Exviera associato ad alti tassi SVR12 indipendentemente dalla presenza di varianti correlate alla resistenza

Sono stati presentati dati che confermano che i pazienti con infezione cronica da virus dell’epatite C ( HCV ) di genotipo 1, trattati con il regime raccomandato composto da Viekirax ( Ombitasvir / Pa …

Metabolismo

Ipercolesterolemia: nuovi dati di efficacia e tollerabilità di Evolocumab nei pazienti che non-tollerano le statine

Sono stati presentati i nuovi dati dello studio di fase III GAUSS-3 ( Goal Achievement After Utilizing an Anti-PCSK9 Antibody in Statin Intolerant Subjects-3 ) che ha valutato Evolocumab ( Repatha ) n …

Oncologia

Pazienti con carcinoma uroteliale localmente avanzato e metastatico con progressione dopo chemioterapia a base di Platino: Atezolizumab ha mostrato attività durevole e buona tollerabilità

I pazienti con carcinoma uroteliale metastatico hanno poche opzioni di trattamento dopo fallimento della chemioterapia a base di Platino. Nello studio IMVigor 2010, i ricercatori hanno valutato il t …

Carcinoma mammario HER2+: Lapatinib e Trastuzumab riducono le dimensioni del tumore in 11 giorni dopo la diagnosi

Circa un quarto delle donne con carcinoma mammario HER2+ trattate con una combinazione di farmaci mirati, Lapatinib ( Tyverb; Tykerb ) e Trastuzumab ( Herceptin ), prima dell’intervento chirurgico e d …

Beneficio clinico di Pembrolizumab, un inibitore del checkpoint immunitario PD-1, nel melanoma avanzato

Una analisi di dati aggregati dello studio KEYNOTE-001 ha mostrato che Pembrolizumab ( Keytruda ) è associato ad attività antitumorale e profilo di sicurezza favorevoli nel lungo periodo nei pazienti …

Inibitori del checkpoint immunitario: l’espressione di PD-L1 predice una migliore sopravvivenza globale nei pazienti con tumore del polmone non-a-piccole cellule avanzato o metastatico trattati con Atezolizumab

Il trattamento con Atezolizumab, un inibitore del checkpoint immunitario, è associata a una migliore sopravvivenza globale nei pazienti con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) avanzato …

 Farmacovigilanza

L’EMA ha concluso la rivalutazione dei corticosteroidi per via inalatoria per il trattamento della malattia polmonare cronica ostruttiva: non sono emerse differenze tra i diversi medicinali per il rischio di polmonite

L’EMA ( European Medicine Agency ) ha concluso la rivalutazione del rischio noto di polmonite nei pazienti che assumono farmaci inalatori contenenti corticosteroidi per il trattamento della malattia …

L’Apomorfina somministrata assieme a Domperidone può causare prolungamento dell’intervallo QT

Tenendo conto del parere del Comitato per la valutazione dei rischi in farmacovigilanza ( PRAC ), Chiesi Farmaceutici, in accordo con l’Agenzia Italiana del Farmaco ( AIFA ) ha informato, gli operator …