Crea sito

Aggiornamento su Infarto Miocardico by Xagena

ALERT Infarto miocardico !
Top News / Post-infarto miocardico: il trattamento con Ticagrelor riduce il rischio di morte cardiovascolare, infarto miocardico, o ictus

Uso di Ticagrelor a lungo termine in pazienti con precedente infarto miocardico

Non è stato stabilito il potenziale beneficio della doppia terapia antiaggregante dopo un 1 anno da un infarto miocardico. E’ stata studiata l’efficacia e la sicurezza di Ticagrelor ( Brilique ), un …

News

Sicurezza del blocco di interleuchina-1 con Anakinra nei pazienti con infarto miocardico acuto con sopraslivellamento ST

Due studi pilota, VCU-ART e VCU-ART2, sul blocco di interleuchina-1 ( IL-1 ) nell’infarto miocardico con sopraslivellamento ST ( STEMI ) hanno mostrato risposta infiammatoria acuta attenuata ed esiti …

Associazione tra FANS e rischio di sanguinamento e di eventi cardiovascolari nei pazienti trattati con terapia antitrombotica dopo infarto miocardico

Il trattamento antitrombotico è indicato per l’uso in pazienti dopo infarto del miocardio; tuttavia, l’uso concomitante di farmaci anti-infiammatori non steroidei ( FANS ) potrebbe porre dei problemi …

Infarto STEMI: PCI primario con o senza trombectomia manuale di routine

Durante un intervento coronarico percutaneo ( PCI ) primario, la trombectomia manuale può ridurre l’embolizzazione distale e migliorare così la perfusione microvascolare. Piccoli studi hanno suggeri …


Focus On: Farmaci antinfiammatori & Rischio di infarto o ictus

Gli antinfiammatori non-steroidei, ad eccezione dell’Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) possono causare infarto miocardico o ictus. L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti avvisa i pazienti a prestare attenzione ai segni premonitori di questi eventi cardiovascolari:  i pazienti che assumono FANS devono rivolgersi immediatamente al proprio medico in caso di sintomi come dolore al petto, mancanza di respiro o difficoltà respiratorie, debolezza in una parte o su un lato del corpo, o difficoltà a parlare

I pazienti che assumono farmaci antinfiammatori non-steroidei, ad esclusione dell’Aspirina, hanno una più alta probabilità di essere colpiti da infarto miocardico o da ictus

La FDA ( Food and Drug Administration ) sta rafforzando l’avvertenza riguardo all’aumentato rischio di infarto del miocardio o di ictus dall’assunzione di farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS …

FarmaExplorer: il Motore di ricerca per i Medici

Aggiornamento in Psichiatria by Xagena

 

ALERT Psichiatria !
Top News / L’assunzione contemporanea di un antidepressivo e di un antinfiammatorio può essere pericolosa

L’uso combinato di farmaci antidepressivi e di farmaci antinfiammatori aumenta il rischio di emorragia intracranica

I risultati di uno studio di coorte, retrospettivo, abbinato a punteggio di propensione, ha indicato un più alto rischio di emorragia intracranica tra i pazienti, soprattutto di sesso maschile, a cui …

Nuovi farmaci antidepressivi: Vortioxetina & Ketamina

Efficacia della Vortioxetina sulla funzione cognitiva nel disturbo depressivo maggiore

Uno studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo e con sostanza attiva ( Duloxetina 60 mg [ Cymbalta ] ), ha valutato l’efficacia e la sicurezza della Vortioxetina ( 1 …

La Ketamina come possibile trattamento per la depressione grave, non-responder ad altri trattamenti

Uno studio di piccole dimensioni ha trovato che alcune persone con depressione grave hanno risposto in modo soddisfacente al trattamento con Ketamina. La Ketamina è stata approvata come farmaco ane …

News

Paliperidone palmitato una volta al mese riduce il rischio di recidiva di sintomi psicotici, depressivi e maniacali e mantiene la funzionalità nel disturbo schizoaffettivo

Il disturbo schizoaffettivo è una malattia complessa per la quale il trattamento ottimale non è ben definito. Sono stati presentati i risultati del primo studio controllato di prevenzione delle ri …

I bambini con sindrome del QT lungo trattati per il disturbo da deficit di attenzione / iperattività presentano un aumentato rischio cardiaco

Da uno studio è emerso che i pazienti pediatrici con sindrome del QT lungo, in trattamento con farmaci per il disturbo da deficit di attenzione / iperattività ( ADHD ) sono ad aumentato rischio di eve …


Focus On: FDA – Stati Uniti

L’FDA ha approvato Rexulti per la schizofrenia e il disturbo depressivo maggiore negli adulti

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Rexulti ( Brexpiprazolo ) per il trattamento degli adulti affetti da schizofrenia e come terapia aggiuntiva a …

FDA: cambiamenti nella scheda tecnica del farmaco per smettere di fumare Vareniclina per potenziale interazione tra alcol e rari rischi di crisi convulsive

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha aggiornato la scheda tecnica del farmaco per smettere di fumare, Vareniclina ( Chantix; in Europa: Champix ), per evide …

FarmaExplorer.it: il Database di News per i Medici 

Proporzione di pazienti con primo episodio di psicosi attribuibile ad uso di Cannabis ad alta potenza

Il rischio degli individui che hanno effetti negativi derivanti dall’uso di stupefacenti ( ad esempio, alcol ) dipende generalmente dalla frequenza di utilizzo e dalla potenza della droga utilizzata. E’ stato studiato come l’utilizzo frequente … Leggi

Psicosi associata a malattia di Parkinson: efficacia e tollerabilità della Pimavanserina

Un’analisi combinata di due studi di fase 3, controllati con placebo è stato condotto per valutare ulteriormente l’efficacia della Pimavanserina ( Nuplazid ) nella psicosi associata alla malattia di Parkinson ( PDP ). Hanno preso parte allo … Leggi

Disfunzione sessuale nei pazienti clinicamente stabili con disturbo bipolare in trattamento con Litio

Ci sono dati limitati sulla prevalenza delle disfunzioni sessuali nei pazienti con disturbo bipolare in trattamento con Litio ( Carbolithium ). È stata valutata la prevalenza di disfunzioni sessuali nei pazienti con disturbo bipolare in … Leggi

Aggiornamento sui Farmaci by Xagena

ALERT Farmaci !

Top News / OncoPneumologia / Nuova era nel trattamento del tumore del polmone con gli inibitori del checkpoint immunitario da soli o associati alla terapia target

Immunoterapia oncologica: Atezolizumab nei pazienti con tumore polmonare avanzato esprimente PD-L1

L’immunoterapia con Atezolizumab risulta attiva nei pazienti con tumore polmonare avanzato esprimente PD-L1, a prescindere dalla linea di trattamento nello studio BIRCH. Un più prolungato follow-up n …

Opdivo associato a un beneficio di sopravvivenza nel tumore del polmone non-a-piccole cellule squamoso e non-squamoso, l’FDA ha ampliato le indicazioni d’uso

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Opdivo ( Nivolumab ) per il trattamento dei pazienti con tumore del polmone non-a-piccole cellule in fase avanzata ( metastatico ) la cui malattia ..

Tumore del polmone non a piccole cellule avanzato, l’FDA ha approvato Keytruda per i pazienti i cui tumori esprimono PD-L1

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha concesso l’approvazione accelerata per Keytruda ( Pembrolizumab ) per il trattamento dei pazienti con tumore del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) ava …

FDA ( Food and Drug Administration )

L’FDA ha approvato Tagrisso per il trattamento del carcinoma polmonare non-a-piccole cellule avanzato con mutazione T790M in EGFR

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha concesso l’approvazione accelerata a un farmaco orale per il trattamento di pazienti con tumore del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ). Tagrisso ( Osi …

Focus On: CardioMetabolismo

La sindrome metabolica è una condizione caratterizzata da un rischio cardiovascolare almeno moderato sia per la comparsa di diabete mellito di tipo 2, sia per il manifestarsi di malattie cardiovascolari sia, infine, per la comparsa progressiva di insufficienza renale cronica.

La definizione di sindrome metabolica si fonda sulla presenza di almeno tre di cinque fattori di rischio cardio-metabolico che la caratterizzano: oltre alla larghezza del girovita ( 102 cm nell’uomo ed 88 cm nella donna ), gli altri parametri per la diagnosi della sindrome sono una pressione massima più alta di 130 mmHg e/o quella minima superiore a 85 mmHg ( oppure ipertensione arteriosa in terapia ), una glicemia a digiuno eguale o superiore a 100 mg/dl ( oppure la presenza nota di diabete mellito in  terapia ipoglicemizzante ); i trigliceridi eguali oppure oltre 150 mg/dl ( o una cura ipolipemizzante in atto ); il colesterolo HDL inferiore a 40 mg/dl nell’uomo o 50 mg/dl nella donna.

AIFA & EMA

CHMP: parere positivo per Imlygi, una terapia avanzata per il melanoma non-operabile con metastasi regionali o distali senza coinvolgimento di ossa, cervello, polmoni o altri organi viscerali

Nel corso del meeting di ottobre, il Comitato per i medicinali per uso umano ( CHMP ) dell’EMA ( Agenzia Europea dei medicinali ) ha raccomandato l’approvazione di Talimogene laherparepvec ( Imlygic ) …

 

MediExplorer.it: il Database di News per i Medici 

Gli inibitori della pompa protonica possono aumentare il rischio di infarto miocardico

I ricercatori hanno valutato i dati su 2.9 milioni di pazienti per valutare il possibile legame tra impiego dell’inibitore della pompa protonica ( PPI ) e rischio cardiovascolare. I dati sono stati ottenuti dal database STRIDE della … Leggi

Uso degli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 per la disfunzione erettile e rischio di melanoma maligno

L’obiettivo per i farmaci orali per la disfunzione erettile, gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 ( PDE5 ), è parte di un percorso coinvolto nello sviluppo del melanoma maligno. È stato segnalato di recente un aumento del rischio di … Leggi

Effetto antitumorale dell’Aspirina: conferma da altri tre studi

La decisione di US Preventive Services Task Force ( USPSTF ) negli Stati Uniti di raccomandare l’assunzione quotidiana di bassi dosaggi di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) per ridurre il rischio di cancro del colon-retto è stata sostenuta da … Leggi

Aritmologia ALERT

ALERT Aritmologia !
Top News / Sicurezza di Pradaxa, un nuovo anticoagulante per os

Fibrillazione atriale non-valvolare: l’FDA ha riconfermato la sicurezza di Pradaxa – L’inibitore diretto della trombina associato a un più basso rischio di ictus e di mortalità rispetto al Warfarin

La FDA ( Food and Drug Administration) ha completato un nuovo studio nei pazienti Medicare confrontando due anticoagulanti, Pradaxa ( Dabigatran etexilato ) e Warfarin ( Coumadin ), riguardo al rischi …
Heart Rhythm Society Annual Scientific Sessions

La chirurgia bariatrica può ridurre l’incidenza di fibrillazione atriale

I pazienti patologicamente obesi sottoposti a chirurgia bariatrica presentano una minore incidenza di fibrillazione atriale rispetto a quelli che hanno ricevuto il trattamento medico. Uno studio re …

PREVENT-AF: l’isolamento della vena polmonare riduce la fibrillazione atriale di nuova insorgenza nei pazienti con flutter atriale

Uno studio ha trovato che l’aggiunta dell’isolamento della vena polmonare alla ablazione dell’istmo cavo-tricuspidale nei pazienti con flutter atriale istmo-dipendente riduce l’insorgenza di nuova fib …

Altre News

Troponina I ad alta sensibilità per la valutazione dei rischi nei pazienti con fibrillazione atriale

La misura della Troponina-I ad alta sensibilità ( hs-TnI ) migliora la valutazione del rischio per eventi cardiovascolari in molti contesti clinici, ma il valore aggiunto nei pazienti con fibrillazion …

Occlusione della appendice atriale sinistra nella fibrillazione atriale dopo emorragia intracranica

È stata valutata la sicurezza e la fattibilità della occlusione della appendice atriale sinistra percutanea ( LAAO ) in pazienti con fibrillazione atriale e precedente emorragia intracranica. In un …

Ablazione con radiofrequenza versus antiaritmici come trattamento di prima linea della fibrillazione atriale parossistica

La fibrillazione atriale è il disturbo del ritmo più comunemente osservato nella pratica clinica. I farmaci antiaritmici sono efficaci per la riduzione delle recidive nei pazienti con fibrillazione at …

Apixaban versus Warfarin con Aspirina concomitante in pazienti con fibrillazione atriale

È stato valutato l’effetto dell’uso concomitante di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) sulla efficacia e sulla sicurezza di Apixaban ( Eliquis ) rispetto a Warfarin ( Couamdin ) in pazienti con fibri …

Esiti di ischemia cardiaca nei pazienti con fibrillazione atriale trattati con antagonismo della vitamina K o inibizione del fattore Xa

È stata studiata la prevalenza di precedente infarto del miocardio e l’incidenza di eventi cardiovascolari ischemici tra i pazienti con fibrillazione atriale. Nello studio ROCKET AF, 14.264 pazient

MediExplorer: Motore di ricerca EASY & FAST

Edoxaban presenta un vantaggio di sicurezza rispetto al Warfarin nella prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare

Il nuovo inibitore orale del fattore Xa, Edoxaban ( Lixiana, Savaysa ), è risultato efficace quanto il Warfarin ( Coumadin ) nel prevenire l’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare con un vantaggio significativo di … Leggi

GLORIA-AF: registro sulla terapia antitrombotica orale in pazienti con fibrillazione atriale a rischio di ictus

Boehringer Ingelheim ha annunciato il raggiungimento di 10.000 pazienti con fibrillazione atriale arruolati nello studio osservazionale GLORIA-AF, uno dei più ampi registri attualmente in corso a livello mondiale. GLORIA-AF, il registro globale … Leggi

Chiusura percutanea della appendice atriale sinistra per la profilassi di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale

Lo studio multicentrico PROTECT AF ( Watchman Left Atrial Appendage System for Embolic Protection in Patients With Atrial Fibrillation ) è stato condotto per determinare se la chiusura percutanea della appendice atriale sinistra con un dispositivo … Leggi

 

Malattie rare ALERT

ALERT Malattie rare !
A) Malattia di Castleman multicentrica

Forma multicentrica della malattia di Castleman: Siltuximab, un anticorpo anti-IL-6

Siltuximab ( Sylvant ), un nuovo anticorpo monoclonale diretto contro l’interleuchina-6 ( IL-6 ) è stato approvato sia dalla Agenzia regolatoria EMA ( European Medicines Agency ) sia dalla Agenzia sta …
B) Malattia di Gaucher

Malattia di Gaucher: realizzato un algoritmo per facilitare la diagnosi precoce

E’ stato realizzato il primo algoritmo pediatrico per facilitare la diagnosi precoce della malattia di Gaucher. Si tratta di una condizione ereditaria che colpisce meno di 10.000 persone in tutto il m …
C) Fibrosi polmonare idiopatica

Fibrosi polmonare idopatica, Nintedanib rallenta la progressione della malattia

E’ stata presentata all’EMA ( European Medicines Agency ) la domanda di registrazione di Nintedanib per il trattamento della fibrosi polmonare idopatica. A sostegno della domanda i risultati degli st …
D) Emofilia A

Emofilia A: FDA ha approvato Eloctate, proteina di fusione del fattore VIII con dominio Fc

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Eloctate, proteina di fusione del fattore VIII con dominio Fc, per l’uso in adulti e bambini che soffrono di emofilia A. Eloctate è il primo trat …

Biomedicina – Università di Firenze

I pazienti con valvola aortica bicuspide senza sindrome di Marfan: identificazione di mutazioni nel gene della fibrillina 1

La valvola aortica bicuspide è la più comune malattia cardiaca congenita, con frequente coinvolgimento nella dilatazione aortica toracica, aneurisma e dissezione. Anche se la valvola aortica bicuspi

MediExplorer: motore di ricerca EASY & FAST

Eteplirsen per il trattamento della distrofia muscolare di Duchenne

In precedenti studi in aperto, Eteplirsen, un oligomero morfolino fosforodiamidato, ha reso possibile la produzione della distrofina nella distrofia muscolare di Duchenne ( DMD ) con mutazioni genetiche suscettibili allo skipping dell’esone 51. … Leggi

ReFacto AF nel trattamento e nella prevenzione delle emorragie in pazienti affetti da emofilia A

ReFacto AF contiene il principio attivo Moroctocog alfa, che trova impiego nel trattamento e nella prevenzione delle emorragie in pazienti affetti da emofilia A ( patologia emorragica ereditaria ). ReFacto AF può essere somministrato a … Leggi

Malattia di Pompe nei neonati: lo screening neonatale e il trattamento precoce permettono di migliorare la prognosi

La malattia di Pompe causa gravi sintomi muscolo-scheletrici, respiratori e cardiaci, ad andamento progressivo, debilitanti e che spesso mettono a rischio la vita del paziente.Sono stati osservati esiti favorevoli con terapia precoce di sostituzione … Leggi

FDA ha approvato Vimizim per trattare la sindrome di Morquio A

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Vimizim ( Elosulfase alfa ), il primo trattamento approvato per la mucopolisaccaridosi tipo IVA ( sindrome di Morquio A ). La sindrome di Morquio A è una rara malattia autosomica recessiva da … Leggi

Efficacia della Lenalidomide nella sindrome POEMS

La sindrome POEMS è una malattia rara caratterizzata da polineuropatia, gammopatia monoclonale, coinvolgimento multiorgano ed elevati livelli di fattore di crescita dell’endotelio vascolare ( VEGF ). Le lesioni ossee localizzate richiedono … Leggi

Ictus ALERT

ALERT Ictus !
Top News / Ictus e formazione di nuove cellule nervose dagli astrociti

Neurogenesi dopo ictus: ruolo degli astrociti

In uno studio su topi ( modello murino ), un gruppo di ricercatori svedesi ha dimostrato come la neurogenesi può avvenire dopo un ictus. La scoperta potrebbe dar vita a strategie di rigenerazione neu …

FDA / Fibrillazione atriale e prevenzione dell’ictus

Panel dell’FDA: risultati misti per il dispositivo di chiusura della appendice atriale sinistra Watchman nei pazienti con fibrillazione atriale per la prevenzione dell’ictus

Il Circulatory System Devices Panel dell’FDA ( Food and Drug Administration ) è stato chiamato a esprimere un giudizio su un dispositivo di chiusura dell’appendice atriale sinistra per la prevenzione …

Altre News

Sicurezza ed efficacia dell’Acido Urico in pazienti con ictus acuto

L’Acido Urico è un antiossidante con effetti neuroprotettivi in modelli sperimentali di ictus. È stato condotto uno studio per valutare se la terapia con Acido Urico potesse migliorare gli esiti fu …

Fattori di rischio per ictus ischemico ed emorragico nel diabete mellito di tipo 1

Nonostante il fatto che i pazienti con diabete mellito di tipo 1 presentino un aumento del rischio di andare incontro a ictus, i fattori di rischio indipendenti per l’ictus e i suoi sottotipi in quest …

Vaccinazione antinfluenzale e rischio cardiovascolare nei pazienti con recente attacco ischemico transitorio e ictus

Non è noto se la vaccinazione antinfluenzale sia associata a un ridotto rischio di eventi vascolari maggiori nei pazienti con recente ictus ischemico o attacco ischemico transitorio ( TIA ) di origine …

MediExplorer.it: il database di News per i Medici

Herpes zoster come fattore di rischio per ictus e attacco ischemico transitorio

Ictus e attacco ischemico transitorio ( TIA ) sono note complicanze acute di herpes zoster. Uno studio ha valutato l’herpes zoster come fattore di rischio per la malattia cerebrovascolare ( ictus e attacco ischemico transitorio ) e l’infarto del … Leggi

Fibrillazione atriale non-valvolare: l’FDA ha riconfermato la sicurezza di Pradaxa – L’inibitore diretto della trombina associato a un più basso rischio di ictus e di mortalità rispetto al Warfarin

La FDA ( Food and Drug Administration) ha completato un nuovo studio nei pazienti Medicare confrontando due anticoagulanti, Pradaxa ( Dabigatran etexilato ) e Warfarin ( Coumadin ), riguardo al rischio di ictus ischemico, emorragie cerebrali, gravi … Leggi

Adiponectina e rischio di ictus

Gli effetti cardiovascolari favorevoli attribuiti alla adiponectina possono ridurre il rischio di ictus, secondo uno studio prospettico e in una meta-analisi. È stato eseguito uno studio caso-coorte nidificato nella coorte Potsdam dello studio … Leggi

Ictus da anemia falciforme negli adulti

Gli ictus sono una delle più gravi complicanze della anemia falciforme. La maggior parte degli studi sono stati limitati ai bambini con anemia a cellule falciformi. Per comprendere meglio le caratteristiche e il follow-up degli ictus che si … Leggi

Alteplase somministrato dopo l’ictus riduce la disabilità nel lungo periodo

La somministrazione precoce dopo ictus del farmaco trombolitico Alteplase ( Activase [ US ], Actilyse [ EU ] ) aumenta in modo significativo la probabilità di esito positivo. Sebbene il trattamento con Alteplase sia associato a un aumentato … Leggi

 

Asma ALERT

ALERT Asma !
Top News / Asma e antagonisti muscarinici

Asma: nuova indicazione per Spiriva Respimat nell’Unione europea

L’indicazione per Spiriva ( Tiotropio ) Respimat nell’asma è stata accettata dalle autorità regolatorie dell’Unione europea ( UE ). Spiriva Respimat è ora indicato anche come terapia di mantenimento …
Evidence medicine: Termoplastica bronchiale

Asma persistente moderata o grave negli adulti: la termoplastica bronchiale fornisce un beneficio clinico modesto in termini di qualità di vita e tassi più bassi di esacerbazioni

La termoplastica bronchiale è una procedura che utilizza il calore controllato generato dalla radiofrequenza attraverso un catetere inserito nell’albero bronchiale attraverso un broncoscopio flessibil …

Focus On: Asma eosinofila

Asma eosinofila: effetto risparmiatore dei glucocorticoidi da parte di Mepolizumab

Molti pazienti con asma grave richiedono un trattamento regolare con glucocorticoidi orali nonostante l’uso di alte dosi di terapia inalatoria. Tuttavia, l’uso regolare di glucocorticoidi sistemici …

Mepolizumab in pazienti con asma eosinofila grave

Alcuni pazienti con asma grave presentano frequenti riacutizzazioni associate a infiammazione eosinofila persistente nonostante il trattamento continuo con glucocorticoidi per via inalatoria ad alte d …

Farmaci sperimentali
Quilizumab, un farmaco sperimentale, ha mostrato una potenziale azione nel trattamento dell’asma e delle allergie, interrompendo la produzione di una proteina del sistema immunitario che innesca le re …

MediExplorer.it: il database di News per i Medici

Il Tiotropio riduce le esacerbazioni nei pazienti con asma pesantemente trattati

Il Tiotropio ( Spiriva ) Respimat ha migliorato la funzione polmonare e ha ridotto le esacerbazioni nei pazienti asmatici gravi che erano già stati sottoposti ad altre opzioni di trattamento. Il Tiotropio ha ridotto le riacutizzazioni gravi solo … Leggi

Il comune raffreddore durante la gravidanza può causare asma infantile

Uno studio ha mostrato che il comune raffreddore e le infezioni virali in una donna durante la gravidanza sono associate a un maggior rischio di asma per il nascituro.Le infezioni e l’esposizione batterica durante la gravidanza influenzano … Leggi

Asma e aumento del rischio di tromboembolia polmonare

Gli studi sull’associazione tra asma e tromboembolia polmonare sono notevolmente limitati. Uno studio di coorte si è posto l’obiettivo di accertare se l’embolia polmonare fosse associata ad asma. Sono stati identificati 31.356 pazienti con … Leggi

Lo yoga non può essere considerato un intervento di routine per i pazienti affetti da asma

Sebbene lo yoga sia spesso utilizzato dai pazienti con asma, la sua efficacia nell’alleviare i sintomi dell’asma rimane non ben definita. Sono stati esaminati i dati disponibili sull’efficacia e sulla sicurezza dello yoga per alleviare … Leggi

Problemi respiratori, asma e perdita ossea

Le persone con problemi di respirazione correlati con l’asma possono essere ad aumentato rischio di perdita ossea. Lo studio ha preso in esame le cartelle cliniche di 7.034 adulti coreani ( Corea del Sud ), e ha trovato che i pazienti con … Leggi

Crohn & Colite Ulcerosa ALERT

ALERT Malattia di Crohn & Colite Ulcerosa !
Top News / United European Gastroenterology ( UEG ) Week

Mongersen, un oligonucleotide antisenso orale diretto contro Smad7, nella malattia di Crohn in fase attiva

L’infiammazione correlata alla malattia di Crohn è caratterizzata da attività difettiva della citochina immunosoppressiva, fattore di crescita trasformante beta 1 ( TGF-beta1 ), a causa dell’alta espr …

Malattia di Crohn: il trattamento con Adalimumab migliora la crescita dei pazienti pediatrici con ritardo di crescita

I bambini con malattia di Crohn presentano spesso compromissione della crescita. Lo studio IMAgINE 1 ha dimostrato la sicurezza e l’efficacia di Adalimumab ( Humira ) riguardo alla induzione e al mant …

Malattia infiammatoria intestinale / Farmacovigilanza

Rischio di linfoma nei pazienti con malattia infiammatoria intestinale trattati con Azatioprina e 6-Mercaptopurina

La terapia con tiopurine ( Azatioprina [ Imuran ], 6-Mercaptopurina [ Purinethol ] per la malattia infiammatoria intestinale è stata associata ad un aumentato rischio di linfoma. È stato stimato il …

Malattia di Crohn pediatrica / FDA ( Food and Drug Administration )

Nuova indicazione per Humira approvata dalla FDA: malattia di Crohn nei pazienti pediatrici

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato una nuova indicazione per Humira ( Adalimumab ) per il trattamento della malattia di Crohn da moderata a grave nei pazienti pediatrici di età ugual …

Colite ulcerosa

Colite ulcerosa da moderatamente a gravemente attiva: mantenimento con Adalimumab

La sicurezza e l’efficacia di Adalimumab ( Humira ) nei pazienti con colite ulcerosa da moderatamente a gravemente attiva sono state valutate fino alla settimana 52 negli studi controllati con placebo …

MediExplorer.it: il database di news per i Medici 

Vedolizumab appare più efficace nella colite ulcerosa e meno nella malattia di Crohn

Vedolizumab ( Entyvio ) è un anticorpo monoclonale umanizzato che inibisce l’adesione e la migrazione dei leucociti nel tratto gastrointestinale impedendo alla subunità della integrina alfa4beta7 di legarsi a MAdCAM-1 ( mucosal adressin cell … Leggi

Sicurezza e tollerabilità a lungo termine della Mesalazina granuli una volta al giorno nel mantenimento della remissione della colite ulcerosa

La colite ulcerosa, una malattia infiammatoria intestinale cronica, recidivante e remittente, richiede un trattamento a lungo termine per mantenere la remissione. La sicurezza e la tollerabilità della terapia a lungo termine con Mesalazina … Leggi

Malattia di Crohn refrattaria alla terapia anti-TNF: trapianto autologo non-mieloablativo di cellule staminali emopoietiche

È stata valutata la sicurezza e l’esito clinico del trapianto autologo non-mieloablativo di cellule staminali emopoietiche in pazienti con forma grave di malattia di Crohn definita con l’indice CDAI ( Crohn Disease Activity Index ) … Leggi

Terapia con Adalimumab associata a ridotto rischio di ospedalizzazione nei pazienti con colite ulcerosa

Adalimumab ( Humira ) è efficace per l’induzione e il mantenimento della remissione nei pazienti con colite ulcerosa da moderata a grave. E’ stato valutato se Adalimumab, in aggiunta alla terapia standard per la colite ulcerosa, fosse in grado … Leggi

Calprotectina fecale e indice di attività clinica sono utili per monitorare il trattamento medico nei pazienti con colite ulcerosa

Il monitoraggio non-invasivo della malattia infiammatoria intestinale è una necessità clinica insoddisfatta dato che i pazienti in remissione clinica possono avere residua infiammazione delle mucose che precede la recidiva clinica. È stato … Leggi

Aggiornamento in Ginecologia by Xagena

ALERT Ginecologia !
Top News / Prevenzione del cancro al seno / Screening mammografico

Lo screening mammografico è più vantaggioso per le donne di età compresa tra 50 e 74 anni. Decisione caso per caso per le donne di età da 40 a 49 anni

Il Preventive Services Task Force statunitense ( Task Force ) ha pubblicato una bozza di raccomandazioni sullo screening per il cancro al seno. La Task Force, un gruppo indipendente di Esperti nella …

APPROFONDIMENTI

Breast cancer: harms of screening mammography

Mammography screening may be effective in reducing breast cancer mortality in certain populations, but it can pose harm to women who participate. The limitations are best described as false-positives …

Breast cancer: individualizing mammography screening decisions

For a woman in the United States, the average lifetime risk of breast cancer is about 12.3%; the 10-year risks of invasive breast cancer at ages 40, 50, and 60 years are 1.5%, 2.3%, and 3.5% respectiv …

Breast cancer: very little or no reduction in the incidence of advanced cancers with mammographic screening

A variety of estimates of the benefits and harms of mammographic screening for breast cancer have been published and national policies vary. The objective of a review was assess the effect of scree …

News

Nati vivi dopo il trapianto di utero

Il trapianto di utero è il primo trattamento disponibile per l’infertilità uterina assoluta, causata dalla mancanza di utero o dalla presenza di un utero non-funzionale. 11 tentativi di trapianto di …

La rimozione delle ovaie può migliorare la sopravvivenza nelle donne con cancro al seno e mutazione nel gene BRCA1

Le donne con una mutazione genica associata ad alto rischio di tumore alla mammella e tumore all’ovaio presentano una migliore probabilità di sopravvivenza se le ovaie e le tube di Falloppio vengono r …

I bambini nati mediante tecniche di riproduzione assistita presentano modificazioni della funzione cardiaca

A cinque anni di età, i bambini concepiti con tecniche di procreazione medicalmente assistita possono presentare differenze nella funzione cardiaca rispetto ai bambini concepiti naturalmente. Alcun …

L’allattamento al seno può ridurre la recidiva di tumore alla mammella

Le donne che allattare al seno i propri bambini e poi sviluppano cancro alla mammella hanno meno probabilità di andare incontro a recidive tumorali o di morire a causa del tumore rispetto alle donne c …

Focus On: Infezioni del tratto urinario

Dubbi sull’efficacia della Nitrofurantoina nelle infezioni del tratto urinario nelle donne

Uno studio di ricercatori canadesi ha mostrato che l’antibiotico più comunemente prescritto per la vescica e altre infezioni del tratto urinario, la Nitrofurantoina ( Furadantin ), non appare efficace …

FarmaExplorer.it: il Database di News per i Medici

La terapia ormonale non offre alcuna protezione cardiovascolare nelle donne in postmenopausa, anzi può aumentare il rischio di ictus

Uno studio, pubblicato sulla Cochrane Library, ha mostrato che la terapia ormonale sostitutiva non-protegge le donne in postmenopausa contro le malattie cardiovascolari, anzi può aumentare il rischio di ictus e di eventi tromboembolici venosi. I … Leggi

Palbociclib associato a Letrozolo nelle donne in postmenopausa con cancro alla mammella: i risultati finali confermano l’efficacia della combinazione

I risultati finali dello studio PALOMA-1 di fase II hanno confermato l’efficacia di Palbociclib più Letrozolo ( Femara ) nelle pazienti in postmenopausa con tumore alla mammella metastatico HER2-negativo, positivo per il recettore degli estrogeni … Leggi

L’uso di Aspirina per lungo tempo può ridurre il rischio di cancro del colon-retto nelle donne

L’uso a giorni alterni di basse dosi di Acido Acetilsalicilico ( Aspirina a basso dosaggio ) riduce il rischio di tumore del colon-retto nelle donne dopo 10 anni.Non è stata, invece, riscontrata nessuna riduzione nel rischio di cancro al seno o … Leggi

 

Aggiornamento in Neurologia by Xagena

ALERT Neurologia !
Top News / Sclerosi multipla progressiva: buone indicazioni per la Biotina ad alto dosaggio in uno studio di fase 3 
Per la prima volta un farmaco ha ridotto il tasso di progressione della malattia nella sclerosi multipla progressiva. Il farmaco è stato ben tollerato. MD1003 ( Biotina ad alto dosaggio ) potrebbe rivestire un importante ruolo nel trattamento della sclerosi multipla progressiva primaria e secondaria

Sclerosi multipla progressiva: promettenti risultati per la Biotina ad alto dosaggio

Un regime ad alto dosaggio di Biotina, una vitamina del gruppo B, idrosolubile, sembra essere efficace nei pazienti con sclerosi multipla progressiva primaria o secondaria. Un nuovo studio di fase …

News

Pregabalin per claudicatio neurogena

Sono stati testati gli effetti di Pregabalin ( Lyrica ) sull’induzione della claudicatio neurogena mediante uno studio randomizzato, in doppio cieco, in due periodi, controllato con placebo. 29 sog …

Pasireotide mensile per recidiva o progressione di meningioma

Un sottoinsieme di meningiomi recidiva dopo l’intervento chirurgico e la radioterapia, ma nessuna terapia medica per il meningioma ricorrente si è dimostrata efficace. Pasireotide LAR ( Signifor LA …

Quoziente intellettivo a 6 anni dopo esposizione in utero a farmaci antiepilettici

L’obiettivo di uno studio è stato quello di delineare l’esistenza di una relazione tra farmaci antiepilettici frequentemente prescritti nei pazienti in età pediatrica e rischio per il quoziente intell …

Sicurezza, tollerabilità ed efficacia di PBT2 nella malattia di Huntington

PBT2 è un composto che attenua il legame proteina-metallo e che potrebbe ridurre l’aggregazione metallo-indotta nella malattia di Huntigton mutata e ha prolungato la sopravvivenza in un modello murino …

Focus On: Insonnia

Terapia cognitivo-comportamentale e Armodafinil per insonnia dopo trattamento del cancro

L’insonnia è una conseguenza stressante e spesso persistente del cancro. Anche se la terapia cognitivo-comportamentale per l’insonnia ( CBT-I ) è il trattamento di scelta nella popolazione generale, l …

FarmaExplorer.it: il database di News per i Medici

Rasagilina nella variante parkinsoniana della atrofia multisistemica

L’atrofia del sistema multiplo è una malattia neurodegenerativa complessa per la quale non esiste un trattamento efficace. Uno studio ha valutato l’effetto della Rasagilina ( Azilect ) sui sintomi e sulla progressione della variante … Leggi

Duopa, sospensione in gel per via enterica di Levodopa e Carbidopa per la malattia di Parkinson

La Food and Drug Administration ( FDA ) ha approvato la sospensione in gel per via enterica Levodopa / Carbidopa ( Duopa ) per il trattamento delle fluttuazioni motorie nei pazienti con malattia di Parkinson in fase avanzata. Duopa fornisce ai … Leggi

Demenza da malattia di Alzheimer: diuretici, sartani e ACE-inibitori riducono il rischio

Una analisi, compiuta da ricercatori della Johns Hopkins su più di 3.000 anziani statunitensi ha mostrato che l’assunzione di alcuni farmaci antipertensivi può ridurre il rischio di demenza dovuta a malattia di Alzheimer. In uno studio, pubblicato … Leggi

Statine nella prevenzione della demenza e della malattia di Alzheimer

Studi hanno dimostrato che le statine potrebbero prevenire la demenza e la malattia di Alzheimer, ma l’evidenza non è conclusiva.E’stata condotta una meta-analisi per valutare qualsiasi beneficio delle statine nel prevenire la demenza. Un … Leggi

Zolpidem, un farmaco per l’insonnia: nuove raccomandazioni dal PRAC per minimizzare il rischio di alterata capacità nella guida e ridotta prontezza mentale nel mattino successivo all’assunzione

Il Comitato di valutazione dei Rischi per la Farmacovigilanza ( Pharmacovigilance Risk Assessment Committee; PRAC ) ha completato la revisione dei medicinali contenenti Zolpidem, utilizzati per il trattamento a breve termine della insonnia ( … Leggi