Aritmie Newsletter

ALERT Aritmologia !

Top News /  GLORIA-AF Register: nella fibrillazione atriale non-valvolare gli anticoagulanti orali sono sottoutilizzati. Nel Nord America l’Aspirina è ampiamente prescritta

Gli anticoagulanti orali sottoutilizzati nella prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare

I dati dal Registro GLORIA-AF hanno indicato che i pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare ad alto rischio di ictus sono sottotrattati con gli anticoagulanti orali, e in questa popolazione di …

News

La terapia ICD è efficace nei pazienti con sindrome di Brugada

Uno studio a singolo Centro ha mostrato che nei pazienti con sindrome di Brugada, la terapia con defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) è efficace, e ha esercitato il suo effetto sulle aritm …

La gestione della temperatura corporea non incide sulla capacità cognitiva e sulla qualità di vita dopo arresto cardiaco

I pazienti con arresto cardiaco extra-ospedaliero sottoposti a gestione mirata della temperatura corporea a 33°C oppure a 36°C hanno presentato funzioni cognitive e qualità di vita simili. E’stato …

Le recidive di fibrillazione atriale sono comuni 5 anni dopo l’intervento di ablazione nei pazienti con insufficienza cardiaca sistolica

La maggior parte dei pazienti con fibrillazione atriale e insufficienza cardiaca sistolica che subiscono ablazione vanno incontro a recidiva aritmica a 5 anni. Ricercatori hanno esaminato l’efficac …

Cardiomiopatia: l’impiego di Ace inibitori e sartani abbassa l’incidenza di shock appropriati erogati dai dispositivi ICD

Per i pazienti con cardiomiopatia, l’uso di inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina ( ACEi; Ace inibitori ) e di antagonisti del recettore dell’angiotensina ( ARB; sartani ) è associato …

Nuovi anticoagulanti orali & Fibrillazione atriale non-valvolare

Fibrillazione atriale non-valvolare e anticoagulanti: Dabigatran, una alternativa sicura e potenzialmente più efficace del Warfarin

Dabigatran ( Pradaxa ), un nuovo anticoagulante orale, rappresenta una nuova opzione di trattamento per la prevenzione dell’ictus nella fibrillazione atriale oltre al Warfarin ( Coumadin ), la terapia …

Apixaban non aumenta il sanguinamento nei pazienti con insufficienza renale lieve o moderata-grave

Una meta-analisi ha mostrato che, rispetto agli anticoagulanti tradizionali, l’uso di Apixaban ( Eliquis ), un inibitore diretto del fattore Xa, è risultato associato a un rischio di sanguinamento inf …

Corretto impiego dei farmaci antiaritmici / Dronedarone / Fibrillazione atriale

Le lineeguida hanno posizionato il Dronedarone come antiaritmico di prima linea in molti pazienti con fibrillazione atriale / flutter atriale. Il farmaco non deve essere impiegato nei pazienti con insufficienza cardiaca avanzata e nei pazienti che presentano fibrillazione atriale permanente. ( Gerald V Naccarelli – Penn State Hershey Heart and Vascular Institute, USA )

Keynotes

  1. A) L’impiego di farmaci antiaritmici di classe Ic nei pazienti con fibrillazione atriale affetti da malattia coronarica è limitato a causa di possibili gravi effetti collaterali. Nella analisi post hoc il Dronedarone appare sicuro e riduce l’ospedalizzazione cardiovascolare e la mortalità nei pazienti con malattia coronarica stabile e fibrillazione atriale non-permanente.
  1. B) Il Dronedarone ( ma non il placebo ) riduce il prodotto tra frequenza cardiaca e pressione sistolica ( RPP ) limitando in tal modo l’ischemia da richiesta. Questo effetto è più accentuato nei pazienti con esacerbazioni di fibrillazione atriale.
  1. C) Nei pazienti con malattia coronarica stabile e fibrillazione atriale non-permanente, il Dronedarone riduce l’incidenza di eventi coronarici acuti. Questo effetto è maggiore nei pazienti con ridotta frazione di eiezione ventricolare sinistra.

Effetto del Dronedarone sugli endpoint clinici nei pazienti con fibrillazione atriale e cardiopatia coronarica

Uno studio ha valutato la sicurezza e gli esiti cardiovascolari del farmaco antiaritmico Dronedarone ( Multaq ) nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica o persistente affetti da malattia c …

MediExplorer, il Motore di ricerca per i Medici

Attività sessuale nei pazienti con aritmie, pacemaker e defibrillatori cardioverter impiantabili: raccomandazioni

L’attività sessuale è ragionevolmente praticabile dai pazienti con fibrillazione atriale o flutter atriale e frequenza ventricolare ben controllata ( Classe IIa, livello di evidenza C ).L’attività sessuale è ragionevolmente praticabile dai … Leggi

Associazione tra fumo, apnea del sonno, e alcalosi plasmatica con aritmie ventricolari notturne negli uomini con insufficienza cardiaca sistolica

Il numero elevato di morti improvvise a causa di tachiaritmie ventricolari resta una delle principali cause di modalità nei pazienti con insufficienza cardiaca sistolica. Uno studio ha determinato l’associazione delle aritmie ventricolari … Leggi

Aritmie ventricolari indotte sotto sforzo e rischio di morte cardiaca improvvisa nei pazienti con cardiomiopatia ipertrofica

La tachicardia ventricolare non-sostenuta ( TVNS ) nel corso del monitoraggio elettrocardiografico ambulatoriale è associata ad un aumento del rischio di morte cardiaca improvvisa nei pazienti con cardiomiopatia ipertrofica.Uno studio si … Leggi

 

Aritmologia Newsletter

ALERT Aritmologia !
Top News / Vantaggi dell’anticoagulante Xarelto rispetto agli antagonisti della vitamina K, tipo Coumadin, nella cardioversione della fibrillazione atriale non-valvolare

Xarelto, impiego nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare sottoposti a cardioversione

La scheda tecnica europea di Xarelto ( Rivaroxaban ) è stata modificata per includere l’impiego dell’anticoagulante nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare, sottoposti a cardioversione. …

Approfondimento

Fibrillazione atriale: il pre-trattamento con Rivaroxaban può accelerare la cardioversione elettrica o farmacologica

La terapia anticoagulante orale con Rivaroxaban ( Xarelto ) è un’alternativa sicura alla terapia con antagonista della vitamina K ( VKA ) nei pazienti con fibrillazione atriale che si sottopongono a c …

News

Fibrillazione atriale perioperatoria e rischio a lungo termine di ictus ischemico

La fibrillazione atriale clinicamente apparente aumenta il rischio di ictus ischemico. Per contro, la fibrillazione atriale perioperatoria può essere interpretata come una risposta transitoria allo st …

Consigliabile la ripetizione del test alla Ajmalina nei giovani parenti dei pazienti con sindrome di Brugada

La ripetizione del test alla Ajmalina per la sindrome di Brugada può essere necessario per gli individui asintomatici con un parente di primo grado affetto da sindrome di Brugada, anche tra quelli con …

Il Dronedarone 400 mg due volte al giorno per 12 settimane riduce il carico di fibrillazione atriale nei soggetti con pacemaker permanente

Il Dronedarone ( Multaq ) è un derivato benzofuranico con un profilo farmacologico simile ad Amiodarone, ma ha un più rapido inizio di azione e una emivita molto più breve ( 13-19 ore ). I ricerca …

Possibile ruolo della Ranolazina nella fibrillazione atriale dopo cardioversione elettrica

I farmaci antiaritmici attualmente disponibili per il trattamento della fibrillazione atriale presentano importanti limitazioni. Ranolazina è un farmaco antianginoso con un profilo di sicurezza favor …

Farmacovigilanza

Database FAERS dell’FDA: danno epatico con i nuovi anticoagulanti orali

Ricercatori dell’Università di Bologna ( Italia ) hanno valutato la sicurezza epatica dei nuovi anticoagulanti orali ( NOAC ) mediante un’analisi del database degli eventi avversi della Agenzia regola …

FarmaExplorer.it: il database di news

per i Medici

Flecainide a basso dosaggio per 3 mesi dopo ablazione transcatetere della fibrillazione atriale

Le tachiaritmie atriali comunemente ricorrono entro i primi 3 mesi dopo ablazione transcatetere con radiofrequenza ( RFCA ) della fibrillazione atriale, e l’influenza dei farmaci antiaritmici sulle ricorrenze non è stata completamente … Leggi

Infarto miocardico con sopraslivellamento ST complicato da fibrillazione ventricolare: caratteristiche cliniche, fattori di rischio, e trattamento

La fibrillazione ventricolare è una delle più gravi complicanze dell’infarto miocardico acuto, con un alto tasso di mortalità.Non è noto l’effetto della trombolisi di salvataggio nell’infarto STEMI ( infarto miocardico con … Leggi

Basse dosi di Propranololo e capacità di esercizio nella sindrome di tachicardia posturale

È stato determinato l’effetto delle basse dosi di Propranololo ( Inderal ) sulla capacità di esercizio massima in pazienti con la sindrome di tachicardia posturale ( POTS ).In uno studio randomizzato, in doppio cieco, è stato confrontato … Leggi

Aritmologia Newsletter

ALERT Aritmologia !
Top News / Fibrillazione atriale: controllo del ritmo o controllo della frequenza ?

Fibrillazione atriale: il controllo del ritmo non è superiore al controllo della frequenza negli esiti clinici

Per i pazienti con fibrillazione atriale nel Registro ORBIT-AF, il controllo del ritmo non è risultato superiore al controllo della frequenza negli esiti clinici, ma era associato a una maggiore osped …

News

Fibrillazione atriale e ictus nei pazienti adulti con difetto del setto atriale ed effetto a lungo termine della chiusura

È stato stimato il rischio di fibrillazione atriale e di ictus e l’impatto della chiusura nei pazienti con difetto del setto atriale, rispetto a una coorte di popolazione generale. Tutti i pazienti …

Più alto indice di massa corporea correlato a più bassa mortalità nei pazienti con fibrillazione atriale

Una analisi dei pazienti del Registro ORBIT-AF ha evidenziato un effetto paradosso dell’obesità nei pazienti con fibrillazione atriale prevalente. E’ stato trovato che i pazienti con un maggior indic …

Bassi livelli sierici di 25-Idrossivitamina-D non sono associati a fibrillazione atriale incidente in una coorte basata sulla comunità

Uno studio ha valutato la potenziale associazione tra 25-Idrossivitamina D [ 25(OH)D ] circolante e il rischio di fibrillazione atriale. Sono stati studiati 12303 partecipanti allo studio ARIC ( A …

EMA ( European Medicines Agency )

EMA: il difetto nel device per la misurazione dell’INR nello studio ROCKET non influisce sulla sicurezza di Xarelto, un anticoagulante, impiegato nella fibrillazione atriale non-valvolare

L’EMA ( European Medicines Agency ) ha concluso che il difetto nel dispositivo per la misurazione dell’INR utilizzato nello studio ROCKET non cambia le conclusioni sulla sicurezza globale e sul rappor …

Tachicardia ventricolare & Ablazione

I risultati dello studio Thermocool VT hanno sollevato timori riguardo alla procedura, e in particolare: la percentuale del 50% di recidiva aritmica a 2 anni e la mortalità del 25% a 3 anni, così come la mancanza di associazione tra la non-inducibilità della tachicardia ventricolare e la sopravvivenza a lungo termine.

d’Avila e Singh hanno intitolato il loro editoriale: Ventricular Tachycardia Ablation – Are We Winning the Battle But Losing the War ?

Anche se c’è stata una riduzione delle ospedalizzazioni totali durante lo studio, l’ospedalizzazione secondaria per insufficienza cardiaca è rimasta invariata dopo l’ablazione della tachicardia ventricolare.

Pazienti con tachicardia ventricolare: l’ablazione transcatetere con radiofrequenza migliora i risultati a lungo termine

Dallo studio Thermocool VT è emerso che i pazienti con tachicardia ventricolare ricorrente sperimentano un minor numero di shock da defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) e di episodi di tac …

Medicina :: Database :: MediExplorer


Rischio di aritmie clinicamente significative quando Harvoni o Daklinza in combinazione con Sovaldi sono somministrati in concomitanza con Amiodarone

In accordo con l’EMA ( European Medicine Agency ) e l’Agenzia Italiana del Farmaco ( AIFA ), le aziende titolari dei medicinali Harvoni, Daklinza e Sovaldi hanno informato gli operatori sanitari riguardo a: • In pazienti in trattamento con … Leggi

Farmaci antibatterici: rischio di aritmie potenzialmente fatali con Azitromicina

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha avvertito gli operatori sanitari e il pubblico che il farmaco antibiotico Azitromicina ( Zithromax o Zmax; in Italia: Ribotrex, Trozocina, Zitromax et altri ) può causare cambiamenti anomali … Leggi

I disturbi respiratori durante il sonno aumentano il rischio di aritmie negli anziani

Il rischio di ectopia ventricolare complessa e di fibrillazione atriale aumenta con l’aumentare della gravità dei disturbi respiratori durante il sonno negli uomini anziani.Precedenti studi avevano dimostrato che i disturbi del respiro … Leggi

 

MedTv MedTv

MOTORI DI RICERCA IN MEDICINA – XAGENA

MediExplorer FarmaExplorer MedFocus Xapedia

Aritmologia Newsletter Aggiornamento

ALERT Aritmologia !

 
TROMBOSI – Speciale Nuovi Anticoagulanti: inibitori orali diretti del fattore Xa
 

Eliquis nella prevenzione del ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare, approvato nell’Unione Europea

La Commissione europea ha ampliato le indicazioni per l’utilizzo dell’anticoagulante orale Eliquis ( Apixaban ) per la prevenzione del ictus e della embolia sistemica nei pazienti adulti con fibrillazione atriale non-valvolare e con uno o più fattori di rischio per l’ictus.Apixaban è un inibitore diretto per os del fattore Xa, che previene la ge […]

Unione europea: Xarelto nel trattamento della embolia polmonare e nella prevenzione delle recidive di trombosi venosa profonda e di embolia polmonare

La Commissione europea ha approvato l’anticoagulante orale Rivaroxaban ( Xarelto ) nel trattamento della embolia polmonare e nella prevenzione delle recidive di trombosi venosa profonda e e di embolia polmonare nei pazienti adulti.L’approvazione di Rivaroxaban in queste indicazioni si basa sugli studio EINSTEIN-PE, che ha coinvolto 4.833 pazienti.Lo studio ha […]

 
 
Xarelto nella prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare
 

Xarelto approvato nell’Unione Europea per il trattamento del rischio di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale e della trombosi venosa profonda

La Commissione Europea ha approvato Xarelto ( Rivaroxaban ), un inibitore orale diretto del fattore Xa, per l’utilizzo in due nuove indicazioni:• trattamento del rischio di ictus e dell’embolia sistemica in pazienti adulti con fibrillazione atriale non-valvolare con uno o più fattori di rischio trombotico;• trattamento della trombosi venosa p […]


Altre News

Trattamento farmacologico antiaritmico a breve termine versus trattamento a lungo termine dopo cardioversione della fibrillazione atriale

I farmaci antiaritmici prolungano il potenziale di azione atriale e il periodo refrattario, e prevengono quindi la ricorrenza di fibrillazione atriale dopo la cardioversione.Il potenziale di azione atriale si normalizza dopo 2-4 settimane di ritmo sinusale, suggerendo che i farmaci antiaritmici potrebbero non essere necessari dopo tale periodo.Uno studio ha valutat […]

Efficacia e sicurezza di Celivarone, con Amiodarone come calibratore, nei pazienti con defibrillatore cardioverter impiantabile per la prevenzione di interventi dell’ICD o di mortalità 

Celivarone è un nuovo farmaco antiaritmico sviluppato per il trattamento delle aritmie ventricolari. Uno studio ha esaminato l’efficacia e la sicurezza di Celivarone nella prevenzione di interventi del defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) o di morte.Celivarone ( 50, 100 o 300 mg/die ) è stato valutato rispetto al placebo in uno studio rand […]

Ictus e sanguinamento nella fibrillazione atriale con nefropatia cronica

Sia la fibrillazione atriale sia la nefropatia cronica aumentano il rischio di ictus e di tromboembolismo venoso.Tuttavia, questi rischi e gli effetti del trattamento antitrombotico non sono stati valutati a fondo in pazienti che presentano entrambe le condizioni.Utilizzando i registri nazionali danesi, sono stati identificati tutti i pazienti dimessi dall’ospedale […]

 
 

Le caratteristiche elettrofisiologiche, le strategie di mappatura, e i tassi di successo in acuto della ablazione transcatetere con radiofrequenza delle vie accessorie atriofascicolari sono ben descritte. Tuttavia, i dati sulla prognosi a lungo termine e i predittori di assenza di aritmie sono carenti.Ricercatori del Dipartimento di Cardiologia e Angiologia dell’Ospedale […]

Incidenza e predittori di complicanze a breve e a lungo termine della terapia con pacemaker

Le informazioni quantitative sul tipo di complicanze, e la loro incidenza nel lungo periodo, del pacemaker sono limitate.Uno studio ha valutato l’incidenza e i determinanti delle complicanze a breve e a lungo termine dopo impianto di un primo pacemaker nei pazienti con bradicardia.Lo studio prospettico di coorte multicentrico ( FOLLOWPACE ) è stato condotto […]

Identificazione della sincope ad alto rischio correlata a fibrillazione ventricolare nel pazienti con sindrome di Brugada

La sincope nei pazienti con sindrome di Brugada è di solito associata a tachiaritmia ventricolare, ma alcuni episodi di sincope possono essere correlati a disturbi autonomici.Uno studio si è posto l’obiettivo di determinare le caratteristiche della sincope in modo da differenziare gli episodi ad alto rischio di sincope da eventi a basso rischio nei pazienti […]

Accorciamento farmaco-indotto del intervallo QT in seguito a trattamento con il farmaco antiepilettico Rufinamide

Il potenziale aritmogeno degli intervalli QT brevi è stato recentemente evidenziato nei pazienti con sindrome del QT corto. Il prolungamento del intervallo QT farmaco-indotto è un fattore di rischio noto per le tachiaritmie ventricolari. Tuttavia, i report riguardo all’accorciamento farmaco-indotto dell’intervallo QT sono rari e gli effetti proaritmici rimangono […]

Aritmologia Newsletter di Aggiornamento

ALERT Aritmologia !

Top News / University of North Carolina Health Care
Uno studio ha mostrato che il nuovo anticoagulante Dabigatran ( Pradaxa ) può aumentare la suscettibilità alle infezioni virali. Lo studio su modello murino è sperimentale e non clinico

Nuovi anticoagulanti: Dabigatran appare aumentare il rischio e la gravità delle infezioni virali

Uno studio condotto da ricercatori della University of North Carolina ( Stati Uniti ) ha indicato che Dabigatran etexilato ( Pradaxa ), un nuovo anticoagulante che agisce direttamente sulla trombina, …


Fibrillazione atriale

La fibrillazione atriale è più disturbante nelle donne, ma più pericolosa negli uomini

Una sottoanalisi del ORBIT AF ( Outcomes Registry for Better Informed Treatment of Atrial Fibrillation ) Registry ha mostrato che la fibrillazione atriale è più disturbante tra le donne, anche se gli …
Aritmie e interventi cardiochirurgici

Olio di pesce e fibrillazione atriale post-operatoria

La fibrillazione atriale postoperatoria, o il flutter atriale, è una delle complicanze più comuni della chirurgia cardiaca e aumenta in modo significativo la morbilità e la necessità di ricorrere a tr …
Farmaci antiaritmici

Farmaci antiaritmici: valutazione della sicurezza di Dronedarone nella fibrillazione atriale

Il Dronedarone ( Multaq ) è stato sviluppato con l’intento di replicare gli effetti antiaritmici dell’Amiodarone ( Cordarone ), riducendo al minimo i suoi effetti collaterali. Ricercatori del Polic …

Controversie 

La Digossina appare aumentare il rischio di mortalità nei pazienti con fibrillazione atriale

La Digossina trova impiego, anche, nei pazienti con fibrillazione atriale. Un’analisi post-hoc dello studio AFFIRM ha mostrato un aumento del rischio di mortalità per tutte le cause ( 41% …