Diabete Newsletter

ALERT Diabete mellito !
Top News / American Association of Clinical Endocrinologists – American College of Endocrinology: il rapporto rischio-beneficio degli inibitori SGLT2 rimane positivo

Diabete mellito di tipo 2 – Inibitori SGLT2: i benefici sono superiori al rischio di chetoacidosi diabetica

Gli inibitori SGLT2 ( cotrasportatore di sodio-glucosio di tipo 2 ) dovrebbero continuare ad essere assunti dai pazienti con diabete mellito, in linea con le attuali raccomandazioni dell’American Asso …

FocusOn: Empagliflozin

Diabete mellito di tipo 2: Empagliflozin, un inibitore SGLT2, riduce il rischio cardiovascolare e la mortalità cardiovascolare

Nei pazienti diabetici ad alto rischio di complicanze cardiache, Empagliflozin ( Jardiance ) ha ridotto in modo sensibile la mortalità. Empagliflozin è il primo farmaco per il diabete di tipo 2 a di …

Empagliflozin riduce la pressione sanguigna nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 ed ipertensione

Nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e ipertensione, Empagliflozin ( Jardiance ) ha ridotto significativamente la pressione sanguigna, oltre a migliorare i livelli di glicemia. Empagliflozin …


News

La mancanza di sonno correlata a fattori di rischio per il diabete mellito e le malattie cardiache

Le persone che dormono meno di sei ore a notte sono a maggior rischio di manifestare diabete, malattie cardiache e ictus. Lo studio ha preso in esame circa 2.600 adulti per più di due anni e ha sco …

L’uso frequente degli antibiotici può aumentare il rischio di diabete mellito di tipo 2

Le persone, che si sottopongono a più terapie antibiotiche, presentano un più alto rischio di sviluppare diabete mellito di tipo 2. I ricercatori hanno utilizzato i dati provenienti da tre registri …

L’aggiunta di Sitagliptin riduce il rischio di iniziare il trattamento con Insulina nei pazienti con diabete mellito di tipo 2

Per i pazienti con diabete mellito di tipo 2, trattati con Metformina, l’aggiunta di Sitagliptin ( Januvia ) è associata a un minor rischio di iniziare il trattamento insulinico rispetto all’aggiunta …

Farmacovigilanza

Warning dell’FDA: rischio di fratture con Canagliflozin, un farmaco per il diabete appartenente alla classe degli inibitori SGLT2

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha rafforzato il Warining ( avvertenza ) per Canagliflozin ( Invokana, Invokamet ) riguardo al maggiore rischio di fratture ossee. La sezione Adverse Reaction …


FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

 

Psichiatria Newsletter

ALERT Psichiatria !
Top News / L’assunzione contemporanea di un antidepressivo e di un antinfiammatorio può essere pericolosa

L’uso combinato di farmaci antidepressivi e di farmaci antinfiammatori aumenta il rischio di emorragia intracranica

I risultati di uno studio di coorte, retrospettivo, abbinato a punteggio di propensione, ha indicato un più alto rischio di emorragia intracranica tra i pazienti, soprattutto di sesso maschile, a cui …

Nuovi farmaci antidepressivi: Vortioxetina & Ketamina

Efficacia della Vortioxetina sulla funzione cognitiva nel disturbo depressivo maggiore

Uno studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo e con sostanza attiva ( Duloxetina 60 mg [ Cymbalta ] ), ha valutato l’efficacia e la sicurezza della Vortioxetina ( 1 …

La Ketamina come possibile trattamento per la depressione grave, non-responder ad altri trattamenti

Uno studio di piccole dimensioni ha trovato che alcune persone con depressione grave hanno risposto in modo soddisfacente al trattamento con Ketamina. La Ketamina è stata approvata come farmaco ane …

News

Paliperidone palmitato una volta al mese riduce il rischio di recidiva di sintomi psicotici, depressivi e maniacali e mantiene la funzionalità nel disturbo schizoaffettivo

Il disturbo schizoaffettivo è una malattia complessa per la quale il trattamento ottimale non è ben definito. Sono stati presentati i risultati del primo studio controllato di prevenzione delle ri …

I bambini con sindrome del QT lungo trattati per il disturbo da deficit di attenzione / iperattività presentano un aumentato rischio cardiaco

Da uno studio è emerso che i pazienti pediatrici con sindrome del QT lungo, in trattamento con farmaci per il disturbo da deficit di attenzione / iperattività ( ADHD ) sono ad aumentato rischio di eve …


Focus On: FDA – Stati Uniti

L’FDA ha approvato Rexulti per la schizofrenia e il disturbo depressivo maggiore negli adulti

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Rexulti ( Brexpiprazolo ) per il trattamento degli adulti affetti da schizofrenia e come terapia aggiuntiva a …

FDA: cambiamenti nella scheda tecnica del farmaco per smettere di fumare Vareniclina per potenziale interazione tra alcol e rari rischi di crisi convulsive

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha aggiornato la scheda tecnica del farmaco per smettere di fumare, Vareniclina ( Chantix; in Europa: Champix ), per evide …


FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

 

Proporzione di pazienti con primo episodio di psicosi attribuibile ad uso di Cannabis ad alta potenza

Il rischio degli individui che hanno effetti negativi derivanti dall’uso di stupefacenti ( ad esempio, alcol ) dipende generalmente dalla frequenza di utilizzo e dalla potenza della droga utilizzata. E’ stato studiato come l’utilizzo frequente … Leggi

Psicosi associata a malattia di Parkinson: efficacia e tollerabilità della Pimavanserina

Un’analisi combinata di due studi di fase 3, controllati con placebo è stato condotto per valutare ulteriormente l’efficacia della Pimavanserina ( Nuplazid ) nella psicosi associata alla malattia di Parkinson ( PDP ). Hanno preso parte allo … Leggi

Disfunzione sessuale nei pazienti clinicamente stabili con disturbo bipolare in trattamento con Litio

Ci sono dati limitati sulla prevalenza delle disfunzioni sessuali nei pazienti con disturbo bipolare in trattamento con Litio ( Carbolithium ). È stata valutata la prevalenza di disfunzioni sessuali nei pazienti con disturbo bipolare in … Leggi

Ictus Newsletter

ALERT Ictus !
Il Punto 

L’Acido Urico può ridurre lo stato di invalidità nelle donne dopo un ictus, secondo una nuova ricerca pubblicata su Stroke, il giornale dell’American Heart Association.
E’ noto che alti livelli di Acido Urico possono causare calcoli renali o una condizione

Uno studio pubblicato sulla rivista Stroke ha mostrato che un programma educazionale intensivo può aiutare i sopravvissuti a un ictus a riconoscere rapidamente i sintomi di un successivo ictus e a cercare un trattamento immediato. Pochi pazienti con ictus arrivano al Pronto soccorso entro tre ore dall’insorgenza dei sintomi.
News

Albumina glicata predice l’effetto della terapia antiaggregante doppia e singola su ictus ricorrente

È stato determinato il rapporto tra albumina glicata ( GA ) e ricorrenza di ictus nei pazienti in trattamento con terapia antiaggregante doppia o singola. Lo studio CHANCE ( Clopidogrel in High-Ris …

Antibiotici preventivi per ictus: nessun effetto del Ceftriaxone nella fase acuta

Negli adulti con ictus acuto si verificano comunemente infezioni e sono associate a un esito funzionale sfavorevole. Lo studio PASS ( Preventive Antibiotics in Stroke Study ) ha cercato di stabilire …


FocusOn: Farmaci antinfiammatori

I pazienti che assumono farmaci antinfiammatori non-steroidei, ad esclusione dell’Aspirina, hanno una più alta probabilità di essere colpiti da infarto miocardico o da ictus

La FDA ( Food and Drug Administration ) sta rafforzando l’avvertenza riguardo all’aumentato rischio di infarto del miocardio o di ictus dall’assunzione di farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS …

Focus On: Prevenzione dell’ictus

Anticoagulazione in corso di fibrillazione atriale non-valvolare: sicurezza di Dabigatran etexilato nella normale pratica clinica
Un’analisi dei dati di pazienti anziani arruolati in Medicare ha messo a confronto la sicurezza di Dabigatran etexilato ( Pradaxa ) con quella del Warfarin ( Coumadin ) nel trattamento anticoagulante dei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare.


FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

Infarto miocardico Newsletter

ALERT Infarto miocardico !
Il Punto 

Post-infarto: beta-bloccanti a dosi più basse di quelle raccomandate riducono la mortalità

I pazienti trattati con beta-bloccanti a dosaggi bassi dopo infarto acuto del miocardio sembrano presentare un tasso di sopravvivenza sostanzialmente uguale rispetto ai pazienti che assumono beta-bloc …

Top News

Il trattamento a lungo termine con Ticagrelor riduce gli eventi aterotrombotici nei pazienti con infarto miocardico

Una sottoanalisi dello studio PEGASUS-TIMI 54, che ha valutato l’efficacia di Ticagrelor ( Brilinta, Brilique ) nel ridurre gli eventi aterotrombotici nei pazienti che hanno subito un infarto miocardi …

News

Alti valori di proteina C-reattiva sono in grado di predire la mortalità e l’infarto miocardico a lungo termine dopo procedura PCI

Livelli elevati di proteina C-reattiva ( CRP ) al momento della procedura PCI ( intervento coronarico percutaneo ) sono risultati predittivi di mortalità per qualsiasi causa e infarto miocardico a 10 …

Antagonisti dell’aldosterone, nessun beneficio nei pazienti con infarto miocardico acuto senza insufficienza cardiaca

L’aggiunta di antagonisti dei recettori mineralcortoidi ( MRA ) alla terapia standard non offre alcun beneficio nei pazienti con infarto miocardico acuto ( MI ) senza insufficienza cardiaca, secondo l …

Defibrillatore cardioverter impiantabile nei pazienti con bassa frazione di eiezione dopo infarto miocardico acuto

I defibrillatori cardioverter impiantabili ( ICD ) non sono raccomandati entro 40 giorni dall’infarto del miocardio; in tal modo, l’impianto di ICD potrebbe non essere preso in considerazione durante …


Focus On: Artroplastica dell’anca e del ginocchio & Infarto miocardico

Aumentato rischio precoce di infarto miocardico dopo artroplastica totale dell’anca e del ginocchio

Da uno studio è emerso un aumentato rischio di infarto miocardico nel periodo postoperatorio tra i pazienti sottoposti ad artroplastica totale per osteoartrosi. Tuttavia questo rischio si riduce nel c …


FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

 

Gastroenterologia Newsletter

ALERT Gastroenterologia !
Top News / Anche le persone non-cardiopatiche che fanno uso cronico degli antiacidi ad azione inibente la pompa protonica ( prazoli ) sono a rischio di infarto miocardico

Gli inibitori della pompa protonica possono aumentare il rischio di infarto miocardico

I ricercatori hanno valutato i dati su 2.9 milioni di pazienti per valutare il possibile legame tra impiego dell’inibitore della pompa protonica ( PPI ) e rischio cardiovascolare. I dati sono s …

Prevenzione oncologica

L’Aspirina assunta quotidianamente aumenta la probabilità di sopravvivenza nei pazienti con cancro gastrointestinale

I pazienti con tumori gastrointestinali che hanno assunto Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) a cadenza giornaliera dopo la diagnosi sono sopravvissuti in misura maggiore rispetto ai non-utilizzatori; …

OncoGastroenterologia

TAS-102 per cancro colorettale metastatico refrattario

I primi studi clinici condotti principalmente in Giappone hanno dimostrato che TAS-102 ( Lonsurf ), un agente orale che unisce Trifluridina e Tipiracil cloridrato, è efficace nel trattamento del cancr …

Malattia di Crohn

Malattia di Crohn: più della metà dei pazienti ha presentato risposte cliniche dopo sei settimane di trattamento con Ustekinumab

Uno studio multicentrico di fase 3 ha mostrato che l’anticorpo monoclonale Ustekinumab ( Stelara ) è grado di indurre in modo risposta clinica e remissione in una coorte di pazienti con malattia di C …


News

Terapia antibiotica versus appendicectomia per il trattamento della appendicite acuta non-complicata

Una quantità crescente di evidenza supporta l’uso di antibiotici al posto di un intervento chirurgico per il trattamento di pazienti con appendicite acuta non-complicata. È stata confrontata la tera …


FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

Epatite Newsletter

ALERT Epatite !

Top News / Approvato in Europa il regime terapeutico di Abbvie per l’epatite C cronica

Negli studi clinici di fase 3 Viekirax più Exviera ha curato il 95-100% dei pazienti con epatite C cronica genotipo 1, con meno del 2% dei pazienti che sono andati incontro a fallimento virologico.

Profilo di tollerabilità: più del 98% dei pazienti ha completato un ciclo completo di terapia

Trattamento della epatite C cronica: il regime a base di Viekirax e di Exviera approvato dalla Commissione Europea

La Commissione europea ( CE ) ha concesso l’autorizzazione all’immissione in commercio del regime completamente orale, senza Interferone, di Abbvie, costituito da Viekirax ( Ombitasvir / Paritaprevir …

Abbvie vs Gilead

Viekira Pak per l’infezione cronica di HCV: trattamento di AbbVie meno costoso rispetto ad Harvoni di Gilead

L’Agenzia regolatoria statunitense, FDA ( Food and Drug Administration ), ha approvato il trattamento completamente-orale di AbbVie per l’epatite C…

News

Sofosbuvir e Ribavirina per epatite C in pazienti con coinfezione da virus HIV

Il trattamento della infezione da virus della epatite C ( HCV ) nei pazienti infettati anche con il virus della immunodeficienza umana ( HIV ) è limitato a causa di interazioni farmacologiche con le t …

Focus On: Harvoni

Harvoni per il trattamento dell’infezione da virus HCV – Avvertenze speciali e precauzioni d’impiego

Harvoni in compresse è un medicinale con due principi attivi ( Ledipasvir 90 mg e Sofosbuvir 400 mg ), che trova indicazione nel trattamento dell’epatite C cronica negli adulti. Harvoni non deve e …

FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

Alfa-fetoproteina durante il trattamento è un marcatore tumorale specifico per il tumore epatocellulare nei pazienti con epatite B cronica trattati con Entecavir

L’alfa-fetoproteina ( AFP ) è il biomarcatore più utilizzato per la sorveglianza del carcinoma epatocellulare, criticato perché né sensibile né specifico nella epatite attiva e nella cirrosi epatica. Uno studio ha determinato la … Leggi

ABT-450/r – Ombitasvir e Dasabuvir con Ribavirina per epatite C con cirrosi

I regimi contenenti Interferone per il trattamento del virus della epatite C ( HCV ) sono associati a un aumento degli effetti tossici in pazienti che hanno anche la cirrosi. È stata valutata la combinazione senza Interferone dell’inibitore della … Leggi

Epatite C cronica genotipo 1: Grazoprevir / Elbasvir nei pazienti naive al trattamento e nei pazienti difficili da curare

I risultati di uno studio clinico di fase 2, che aveva come obiettivo quello di valutare la combinazione Grazoprevir / Elbasvir ( MK-5172 / MK-8742; inibitore della proteasi NS3/4A e inibitore del complesso di replicazione NS5A, rispettivamente ) … Leggi

Trattamento della epatite cronica B in pazienti naïve nella pratica clinica: efficacia e sicurezza di Entecavir nel lungo periodo

Entecavir ( Baraclude ) è efficace e sicuro nei pazienti con epatite B cronica nel breve periodo, ma non è stata stabilita l’efficacia e la sicurezza nel lungo termine. E’ stata valutata la clearance di HBV DNA, i tassi di sieroconversione … Leggi

Simeprevir una volta al giorno con Interferone pegilato e Ribavirina per il trattamento della epatite C genotipo 1 naïve alla terapia

Lo studio PILLAR di fase IIb, in doppio cieco, controllato con placebo, ha valutato l’efficacia e la sicurezza di due diverse dosi di Simeprevir ( SMV; Olysio ) somministrate una volta al giorno ( QD ) con Interferone pegilato alfa-2a ( Peg-IFN … Leggi

Neurologia Newsletter

ALERT Neurologia !
Top News / Nuovo farmaco per la malattia di Parkinson

Safinamide, un nuovo farmaco per la malattia di Parkinson

Il Comitato scientifico dell’EMA ( European Medicines Agency ) ha dato parere favorevole all’autorizzazione al commercio di Safinamide ( Xadago ) per il trattamento dei pazienti affetti da malattia di …

Food and Drug Administration

Duopa, sospensione in gel per via enterica di Levodopa e Carbidopa per la malattia di Parkinson

La Food and Drug Administration ( FDA ) ha approvato la sospensione in gel per via enterica Levodopa / Carbidopa ( Duopa ) per il trattamento delle fluttuazioni motorie nei pazienti con malattia di Pa …

Focus On: Malattia di Parkinson

Assunzione di grassi nella dieta e rischio di malattia di Parkinson

Studi epidemiologici precedenti hanno prodotto risultati inconsistenti per quanto riguarda l’associazione tra assunzione di grassi nella dieta e rischio di malattia di Parkinson. Sono state esaminat …

Formulazioni di terapia ormonale e rischio di malattia di Parkinson

La terapia ormonale rappresenta una classe di farmaci ampiamente prescritti alle donne nel mondo occidentale. Studi su modelli animali e in vitro hanno mostrato che gli estrogeni possono proteggere …

Aumento di peso in seguito a stimolazione cerebrale profonda del nucleo subtalamico

Diverse ipotesi sono state avanzate per spiegare l’aumento di peso dopo la stimolazione cerebrale profonda ( DBS ), ma nessuna fornisce una spiegazione pienamente soddisfacente di questo effetto avver …

Focus On: Sclerosi multipla

Forte associazione positiva tra sclerosi multipla e disturbo bipolare e depressione

I disturbi psichiatrici sono noti per essere prevalenti nella sclerosi multipla. L’obiettivo di uno studio è stato quello di esaminare le comorbidità tra la sclerosi multipla e il disturbo bipolare, l …

Sclerosi multipla: associazione tra livelli di IgG 1 anti-EBNA e attività di malattia

Precedenti report avevano indicato una associazione tra livelli di anticorpi contro il virus di Epstein-Barr ( EBV ) e l’attività di malattia nella sclerosi multipla ( SM ), ma i risultati non erano u …

Farmacovigilanza

Farmaci contenenti Valproato associati a rischio di esiti avversi in gravidanza

L’EMA ( European Medicines Agency ) e l’AIFA in accordo con i titolari della autorizzazione all’immissione in commercio hanno fornito nuove importanti informazioni con l’obiettivo di rafforzare le av …

Evidence-based Medicine

EBM, una branca della Medicina che si propone di facilitare le decisioni diagnostiche e terapeutiche, con risvolti anche nella gestione delle risorse

Acute ischemic stroke: intraarterial treatment administered within 6 hours after stroke onset was effective and safe

In patients with acute ischemic stroke caused by a proximal intracranial arterial occlusion, intraarterial treatment is highly effective for emergency revascularization. However, proof of a beneficial …

Patients with recent lacunar stroke: cognitive function is not affected by short-term dual antiplatelet treatment or blood pressure reduction

The primary outcome results for the SPS3 trial suggested that a lower systolic target blood pressure ( less than 130 mm Hg ) might be beneficial for reducing the risk of recurrent stroke compared with …

Per iscriversi alla Newsletter Evidence Medicine in inglese

Coloro che sono GIA’ ISCRITTI ad altre Newsletter Xagena possono accedere al Pannello di Controllo al sitoXagenaWeb.it
inserendo l’indirizzo e-mail con il quale ricevono le Newsletter e la Password personale [ RIPORTATA IN FONDO A OGNI NEWSLETTER ]  E’ importante confermare la modifica cliccando sul tasto SALVA MODIFICA

FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

Statine nella prevenzione della demenza e della malattia di Alzheimer

Studi hanno dimostrato che le statine potrebbero prevenire la demenza e la malattia di Alzheimer, ma l’evidenza non è conclusiva.E’stata condotta una meta-analisi per valutare qualsiasi beneficio delle statine nel prevenire la demenza. Un …Leggi

Fibrillazione atriale non-valvolare: l’FDA ha riconfermato la sicurezza di Pradaxa – L’inibitore diretto della trombina associato a un più basso rischio di ictus e di mortalità rispetto al Warfarin

La FDA ( Food and Drug Administration) ha completato un nuovo studio nei pazienti Medicare confrontando due anticoagulanti, Pradaxa ( Dabigatran etexilato ) e Warfarin ( Coumadin ), riguardo al rischio di ictus ischemico, emorragie cerebrali, gravi …Leggi

Edoxaban presenta un vantaggio di sicurezza rispetto al Warfarin nella prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare

Il nuovo inibitore orale del fattore Xa, Edoxaban ( Lixiana, Savaysa ), è risultato efficace quanto il Warfarin ( Coumadin ) nel prevenire l’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare con un vantaggio significativo di …Leggi

 

Nefrologia & Urologia Newsletter

ALERT Nefrologia & Urologia !

Top News /  NIH / National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases / Malattia renale policistica autosomica dominante

Due studi hanno mostrato che l’uso di due farmaci non è più efficace rispetto a un singolo farmaco nel rallentare la progressione della malattia nei pazienti con malattia renale policistica autosomica dominante.

Uno degli studi ha anche mostrato che il controllo rigoroso della pressione arteriosa rallenta la crescita delle cisti renali, ma ha poco effetto sulla funzione renale

Lisinopril più Telmisartan non più efficace di Lisinopril nel trattamento del rene policistico autosomico dominante

L’impiego di due farmaci non ha prodotto una maggiore efficacia rispetto a un singolo farmaco nel rallentare la progressione della malattia nelle persone con malattia del rene policistico autosomica d …

APPROFONDIMENTO

Pressione sanguigna nella malattia renale policistica autosomica dominante in fase iniziale

L’ipertensione è comune nella malattia autosomica dominante del rene policistico ( ADPKD ) ed è associata a un aumento del volume totale del rene, all’attivazione del sistema renina-angiotensina-aldos …

Blocco della angiotensina nella malattia renale policistica autosomica dominante in fase tardiva

L’ipertensione si sviluppa precocemente nei pazienti con malattia renale policistica autosomica dominante ( ADPKD; rene policistico ) ed è associata a progressione della malattia. Il sistema renina- …

News

La sorveglianza rappresenta l’opzione più sicura per il cancro alla prostata a basso rischio

Tra gli uomini il cui tumore alla prostata a basso rischio è stato gestito mediante sorveglianza attiva fino a 15 anni, solo l’1.5% è deceduto per malattia tumorale. Questo risultato è simile al risu …

Rituximab per sindrome nefrosica o sindrome nefrosica steroido-dipendente complicata, con frequenti recidive, con insorgenza nella infanzia

Rituximab ( MabThera, Rituxan ) potrebbe essere un trattamento efficace per la sindrome nefrosica con insorgenza nell’infanzia, complicata, con frequenti recidive ( FRNS ) e la sindrome nefrosica ster …

Evidenza di una relazione tra farmaci anticolinergici e demenza negli anziani

Un nuovo studio ha fornito la più forte evidenza che i farmaci anticolinergici possono aumentare il rischio di demenza negli anziani. Si ritiene che gli anticolinergici siano assunti da circa il 20% …

Il Selenio nei pazienti con cancro alla prostata è dannoso

Una nuova analisi ha trovato che gli uomini con diagnosi di cancro alla prostata non-metastatico che hanno consumato più di 140 mcg al giorno di supplementi di Selenio hanno presentato un eccesso di r …

FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

Tassi di interruzione e intervallo tra iniezioni intravescicali ripetute di Tossina botulinica di tipo A per iperattività detrusoriale

Sono stati segnalati i tassi di interruzione, gli intervalli tra le iniezioni e i tassi di complicanze dopo ripetute somministrazioni intravesicali di Tossina botulinica di tipo A per il trattamento dell’iperattività detrusoriale. I pazienti con … Leggi

Farmaci adrenergici per l’incontinenza urinaria negli adulti

I farmaci adrenergici sono stati utilizzati per il trattamento dell’incontinenza urinaria, tuttavia vengono in genere considerati inefficaci o legati a effetti collaterali che ne limitano l’utilizzo clinico.Un gruppo di Ricercatori del … Leggi

FDA estende l’uso di Botox: trattamento dei pazienti con vescica iperattiva non-responder agli anticolinergici

L’Agenzia regolatoria statunitense FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato l’uso di Onabotulinumtoxina A ( Botox ) per il trattamento dei pazienti con vescica iperattiva che non possono usare o non rispondono ai farmaci … Leggi

Aumentato rischio di cancro delle vie respiratorie associato a trattamento con Ace inibitori o sartani nei pazienti sottoposti a trapianto di rene e con storia di fumo

C’è controversia riguardo all’aumentato rischio di tumore in seguito a trattamento con Ace inibitori e/o bloccanti del recettore dell’angiotensina II ( sartani ). Sono stati presi in esame i dati del Collaborative Transplant Study … Leggi

Ematologia Newsletter

ALERT Ematologia !

Top News /  Linfoma di Hodgkin e nuovo approccio terapeutico a base di inibitori PD-1

Nivolumab ( Opdivo ), un farmaco capace di riattivare le difese immunitarie, è molto efficace anche nei pazienti con recidiva di linfoma di Hodgkin, per i quali la speranza di vita mediana è di appena 1.3 anni

Immunoterapia nel linfoma di Hodgkin recidivante o refrattario: il tasso di risposta globale è stato dell’87% con Nivolumab

Sono stati pubblicati sul The New England Journal of Medicine ( NEJM ), i risultati presentati a S. Francisco durante il 56° Meeting dell’American Society for Hematology ( ASH ) dello studio di fase 1 …

Breakthrough therapy  ( Terapia fortemente innovativa )

Leucemia linfoblastica acuta da precursori delle cellule B, approvazione accelerata per Blincyto da parte della FDA

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Blincyto ( Blinatumomab ) nel trattamento dei pazienti adulti con leucemia linfoblastica acuta da precursori delle cellule B ( pre-B LLA ) Philadelp …

News

Ruxolitinib superiore alla terapia standard nella policitemia vera

I pazienti con policitemia vera, che erano resistenti o che mostravano intolleranza alla terapia a base di Idrossiurea hanno dimostrato livelli di ematocrito meglio controllati, ridotto volume della m …

La terapia di mantenimento con Rituximab prolunga la sopravvivenza libera da eventi e la sopravvivenza senza progressione nei giovani pazienti con linfoma a cellule del mantello

Dall’analisi ad interim dello studio di fase 3 LyMa è emerso che la terapia di mantenimento con Rituximab ( MabThera, Rituxan ) dopo il trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche è associata …

La trasfusione di piastrine associata a un aumentato rischio di morte nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica e trombocitopenia indotta da Eparina

La trasfusione di piastrine è spesso utilizzata nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica, porpora trombocitopenica autoimmune e trombocitopenia indotta da Eparina. Tuttavia, l’uso di tr …

Xagena Forum

Leucemia linfoblastica acuta da precursori delle cellule B: Blincyto, il più costoso farmaco sul mercato

FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

FDA ha approvato Zydelig per leucemia linfatica cronica, linfoma a piccoli linfociti, linfoma follicolare

La FDA ( Food and Drug Adminstration ) ha approvato l’inibitore della PI3 chinasi delta, Idelalisib ( Zydelig ), come monoterapia per i pazienti con linfoma non-Hodgkin follicolare a cellule B e linfoma a piccoli linfociti, e anche come parte … Leggi

SAR650984, un anticorpo monoclonale anti-CD38, in monoterapia o in associazione nel trattamento del mieloma multiplo

L’anticorpo monoclonale SAR650984 CD38-specifico ha dimostrato una efficacia incoraggiante come monoterapia e in combinazione con Desametasone e Lenalidomide ( Revlimid ) senza raggiungere una dose massima tollerata nei pazienti con mieloma … Leggi

Crioterapia orale nella prevenzione della mucosite orale dopo condizionamento con Melfalan ad alte dosi per il trapianto autologo di cellule staminali per linfoma e mieloma

La mucosite orale è una complicanza comune di regimi di condizionamento con Melfalan ad alte dosi ( HDmel ). Uno studio di coorte retrospettivo ha analizzato l’impatto della crioterapia orale o di risciacqui di soluzione salina a temperatura … Leggi

Cardiologia Newsletter

ALERT Cardiologia !

Top News / Nuovi anticoagulanti: Lixiana

Anticoagulanti: Lixiana, un inibitore diretto per os del fattore Xa, approvato dalla Commissione Europea

La Commissione Europea ha approvato Lixiana ( Edoxaban ), un inibitore selettivo del fattore Xa in monosomministrazione giornaliera, per la prevenzione dell’ictus in pazienti affetti da fibrillazione …

Focus On: Relazioni al Congresso Cuore, cervello, rene e diabete

Alta montagna e cuore, implicazioni terapeutiche: i risultati dello studio HIGHCARE Andes

Oltre i 2500 metri di quota, la bassa pressione barometrica provoca una diminuzione della concentrazione d’ossigeno nell’aria alveolare. Gli effetti dell’ipossia ipobarica sul sistema cardiovascolare …

Acido Acetilsalicilico nella prevenzione primaria: dalla ricerca novità interessanti ?

L’Acido Acetilsalicilico a basso dosaggio ( ASA a bassa dose; Aspirina a basso dosaggio ) è un caposaldo per la terapia dell’angina e dell’infarto nonostante i suoi 120 anni di vita. Grazie alla sua …

News

Inibizione della neprilisina e del recettore della angiotensina in confronto a Enalapril e rischio di progressione clinica nei pazienti sopravvissuti con insufficienza cardiaca

Gli studi clinici sullo scompenso cardiaco si sono concentrati sul miglioramento dei sintomi o sul calo del rischio di morte e di altri eventi cardiovascolari. Poco si sa circa l’effetto dei farmaci …

Fibrillazione atriale non-valvolare: rischio di sanguinamento e tromboembolia arteriosa nei pazienti trattati con un antagonista della vitamina K o che sono passati a un anticoagulante orale non-antagonista della vitamina K

I pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare che ricevono o sono stati precedentemente esposti a un antagonista della vitamina K potrebbero passare a un anticoagulante orale non-antagonista dell ..


Il Punto cardiologico

Sondaggio dell’American Heart Association: i cittadini statunitensi hanno conoscenze inesatte sull’insufficienza cardiaca

Quasi sei milioni di statunitensi attualmente vivono con scompenso cardiaco, ma un recente sondaggio nazionale ha riscontrato che queste persone hanno concetti sbagliati e potenzialmente pericolosi e scarsa conoscenza della malattia.
Due terzi degli intervistati ha confuso i segni dell’insufficienza cardiaca con i segni di un infarto miocardico.

FarmaExplorer.it: il database di news per i Medici

Ipercolesterolemia: Alirocumab, inibitore PCSK9, riduce il colesterolo LDL del 62% a 24 settimane, rispetto al placebo

I risultati di 4 studi di fase 3 del Programma clinico ODYSSEY che ha riguardato Alirocumab ( Praluent ), un anticorpo monoclonale che ha come bersaglio PCSK9, in pazienti con ipercolesterolemia, sono stati presentati all’European Society of … Leggi

Pazienti con sindrome coronarica acuta sottoposti ad angioplastica: risultati misti per la Bivalirudina

I pazienti con sindrome coronarica acuta sottoposti ad angioplastica che hanno ricevuto la Bivalirudina ( Angiox, Angiomax ), un farmaco anticoagulante, non hanno mostrato miglioramenti significativi in entrambi gli endpoint co-primari ( un … Leggi

Ticagrelor ha ridotto gli eventi trombotici cardiovascolari nei pazienti con una storia di infarto miocardico nello studio PEGASUS-TIMI 54

Lo studio PEGASUS-TIMI 54 ( PrEvention with TicaGrelor of SecondAry Thrombotic Events in High-RiSk Patients with Prior AcUte Coronary Syndrome – Thrombolysis In Myocardial Infarction Study Group ), che ha coinvolto oltre 21 mila pazienti, ha … Leggi

Riociguat per il trattamento della ipertensione polmonare tromboembolica cronica: dati ad 1 anno

Riociguat ( Adempas ) è uno stimolatore della guanilato ciclasi solubile ( sGC ) approvato per il trattamento della ipertensione polmonare tromboembolica cronica inoperabile e persistente / recidivante ( CTEPH ). Nello studio CHEST-1 di 16 … Leggi

Edoxaban a più basso dosaggio con Amiodarone associato a una significativa riduzione degli eventi ischemici rispetto a Warfarin

Nello studio ENGAGE AF-TIMI 48, il trattamento con Edoxaban ( Lixiana, Savaysa ) a più alto dosaggio è risultato associato a una incidenza di ictus ischemico simile rispetto al Warfarin ( Coumadin ), mentre una maggiore incidenza era stata … Leggi