Crea sito

Cardiologia: Newsletter di Aggiornamento

ALERT Cardiologia !
 
 
FDA, Food and Drug Administration
 

Farmaci anticoagulanti: Xarelto approvato dalla FDA per il trattamento e la riduzione delle recidive di coaguli di sangue

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha ampliato le indicazioni di Xarelto ( Rivaroxaban ) per includere il trattamento della trombosi venosa profonda ( TVP ) o della embolia polmonare ( EP ), e per ridurre il rischio di recidiva di TVP e EP dopo il trattamento iniziale. La trombosi venosa profonda è caratterizzata da un coagulo di sangue che si forma in una vena pro […]

 

Stenosi della valvola aortica: la valvola artificiale Sapien approvata dalla FDA per i pazienti eleggibili per un intervento chirurgico, ma che sono ad alto rischio di gravi complicanze chirurgiche o di morte

La Food and Drug Administration ( FDA ) ha ampliato l’indicazione per la valvola cardiaca transcatetere Sapien per includere i pazienti con stenosi della valvola aortica che sono eleggibili per la chirurgia, ma che sono ad alto rischio di gravi complicanze chirurgiche o di morte. L’FDA aveva già approvato Sapien nel 2011 per i pazienti inoperabili con stenosi dell […]

 
 
Transcatheter Cardiovascular Therapeutics ( TCT ) Conference: stent coronarici bioassorbibili
 

Studio DESSOLVE II CE: MiStent SES superiore a Endeavor Sprint

Lo studio DESSOLVE II CE ( Conformità Europea ) ha confrontato lo stent a polimero biodegradabile a eluizione di Sirolimus MiStent SES con lo stent a polimero durevole a rilascio di Zotarolimus Endeavor Sprint.Allo studio DESSOLVE II CE hanno preso parte 183 pazienti con angina pectoris stabile o instabile.L’endpoint primario era rappresentato dalla pe […]

 

Studio ABSORB: lo stent coronarico bioassorbibile Absorb BVS sicuro ed efficace

Una impalcatura ( scaffold ) vascolare bioassorbibile a rilascio di Everolimus, di seconda generazione, è risultata sicura ed efficace per 6-24 mesi, in base ai risultati dello studio ABSORB.Lo studio multicentrico, a braccio singolo, ha trovato che le osservazioni a 6 mesi e a 2 anni hanno confermato l’assenza di restenosi tardiva o di esiti sfavorevoli alle tecn […]

 

Studio BIOSOLVE I: dati a 2 anni dello stent riassorbibile Dreams

Nello studio BIOSOLVE I è stata valutata la sicurezza e l’efficacia dello stent bioassorbibile Dreams, realizzato in una lega di Magnesio rivestita con una matrice di Paclitaxel e polimero bioassorbibile per inibire la proliferazione della neointima entro i primi mesi dall’impianto dello stent.Un totale di 46 pazienti sono stati suddivisi in due gruppi per v […]

 

Altre News
A ) Endocardite infettiva da dispositivo cardiaco

Endocardite da dispositivo cardiaco associata a infezione valvolare e mortalità

I pazienti con endocardite infettiva da dispositivo cardiaco sono ad aumentato rischio di infezione concomitante della valvola cardiaca e di decesso.La rimozione del dispositivo durante la fase iniziale del ricovero ospedaliero è associata a un miglioramento della sopravvivenza a 1 anno.È stato condotto uno studio prospettico di coorte utilizzando i dati de […]

B) Sincope

Trattamento della sincope inspiegata

L’origine del 40% dei casi di sincope rimane sconosciuta anche dopo un iter diagnostico completo. Studi precedenti hanno suggerito che il test ATP ( Adenosina trifosfato ) ha valore nella selezione di una terapia di successo.Uno studio in cieco, multicentrico, randomizzato, di superiorità ha valutato se, in soggetti con sincope di origine sconosciuta, la stimolazione ca […]

Cardiologia Newsletter di Aggiornamento

ALERT Cardiologia !
 
American Heart Association ( AHA ) Meeting 
 

Studio ASPIRE: Acido Acetilsalicilico non riduce le recidive di tromboembolismo venoso

Nello studio ASPIRE, l’Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) al dosaggio di 100 mg/die non ha ridotto in modo significativo le recidive di tromboembolismo venoso nei pazienti con un primo evento non-provocato.Sono stati osservati benefici cardioprotettivi ( endpoint secondario ).Lo studio ASPIRE ( Aspirin to Prevent Recurrent Venous Thromboembolism ) ha arruolato 822 […]

Studio CARESS-HF: nessun beneficio dalla ultrafiltrazione rispetto alla terapia con diuretici nei pazienti con insufficienza cardiaca acuta

Nello studio CARESS-HF ( Cardiorenal Rescue Study in Acute Decompensated Heart Failure ), un dispositivo meccanico che rimuove il liquido dei pazienti con insufficienza cardiaca acuta e con sindrome cardio-renale non ha mostrato benefici rispetto alla terapia diuretica aggressiva; inoltre, il dispositivo ha peggiorato la funzione renale.Il trattamento medico ha ridotto il peso […]

Studio dal-OUTCOMES: Dalcetrapib aumenta i livelli di colesterolo HDL, ma appare privo di effetto sugli endpoint clinici

Il farmaco sperimentale Dalcetrapib aumenta notevolmente i livelli di colesterolo HDL, ma senza alcun impatto sugli esiti cardiovascolari. Inoltre nello studio di fase III, dal-OUTCOMES, è emerso un segnale di sicurezza riguardo alla pressione sanguigna nei pazienti con sindromi coronariche acute, di recente insorgenza.Il rischio combinato di mortalità per malatt […]

La ri-programmazione degli ICD può aumentare la sopravvivenza

La riprogrammazione di un defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) può prevenire terapie indesiderate e favorire la sopravvivenza.Rispetto ai controlli dotati di ICD con soglie convenzionali riguardo alla frequenza cardiaca e al periodo di latenza, i due gruppi di trattamento, che rappresentavano differenti algoritmi di programmazione, hanno mostrato una significativa […]

Studio TACT: la terapia chelante nel post-infarto miocardico acuto associata a modesti benefici

Lo studio TACT ( Trial to Assess Chelation Therapy ) ha mostrato che la terapia chelante, mirata a eliminare i metalli pesanti dall’organismo, produce modesti benefici clinici nei pazienti con infarto acuto del miocardio.Un totale di 1.708 pazienti hanno preso parte allo studio; a ciascun paziente sono state somministrate 40 infusioni di soluzione chelante da 500 ml; la soluzi […]

L’associazione Acido Acetilsalicilico con rivestimento enterico e Omeprazolo riduce le ulcere gastrointestinali nei pazienti con patologie cardiache

L’incidenza di ulcere gastriche è risultato ridotto di oltre la metà tra gli individui che hanno assunto un inibitore della pompa protonica ( PPI ) assieme all’Acido Acetilsalicilico per la prevenzione secondaria della malattia cardiaca.In uno studio su oltre 1.000 pazienti, dopo 1 mese di trattamento con PA32540, lo 0.8% dei pazienti ha sviluppato ulcere g […]


Cuore News

L’uso delle statine associato a più bassa mortalità per cancro

L’impiego delle statine appare associato a un più basso rischio di mortalità correlato al tumore.Le statine, anche note come inibitori del HMG-CoA reduttasi, sono ampiamente utilizzate come terapia ipocolesterolemizzante.Un’analisi compiuta in Danimarca ha evidenziato che la riduzione del rischio era pari al 15% riguardo alla mortalità pe […]

Anziani: i multivitaminici non offrono alcun beneficio nella prevenzione cardiovascolare

Lo studio PSH II ( Physicians ‘Health Study II ) ha mostrato che le persone anziane che assumono ogni giorno un multivitaminico non presentano alcun beneficio riguardo alla prevenzione cardiovascolare.Il tasso di infarto del miocardio, ictus, e mortalità per cause cardiovascolari non è risultato diverso tra coloro che avevano assunto un multivitaminico e quelli c […]

Post infarto miocardico: poco impiegati gli antagonisti del aldosterone, nonostante le raccomandazioni delle lineeguida

Meno del 10% dei pazienti eleggibili con infarto del miocardio e ridotta frazione di eiezione riceve una terapia di inibizione dell’aldosterone al momento della dimissione ospedaliera, nonostante le raccomandazioni delle linee guida.Queste le conclusioni di uno studio, che ha utilizzato i dati di un registro statunitense sulla malattia coronarica, che conteneva informazi […]

Cardiologia Newsletter di Aggiornamento

ALERT Cardiologia !
A) Cardiopatia ischemica stabile: nuove lineeguide dagli Stati Uniti
La valutazione e la gestione della cardiopatia ischemica stabile dovrebbe includere le preferenze del paziente nel processo decisionale.
I benefici della terapia estrogenica nelle donne in post-menopausa e della supplementazione di Vitamina C, Vitamina E e beta-Carotene non sono dimostrati

Nuove lineeguida statunitensi sulla cardiopatia ischemica stabile: informazioni per gli operatori sanitari

Le nuove lineeguida per la diagnosi e il trattamento della malattia ischemica stabile sono state rilasciate da American College of Cardiology ( ACC ) / American Heart Association ( AHA ) Task Force on Practice Guidelines, assieme a American College of Physicians ( ACP ), American Association for Thoracic Surgery ( AATS ), Preventive Cardiovascular Nurses Association ( PCNA ), Society for […]

B) Fibrillazione atriale: la Digossina un farmaco controverso

La Digossina appare aumentare il rischio di mortalità nei pazienti con fibrillazione atriale

La Digossina trova impiego, anche, nei pazienti con fibrillazione atriale. Un’analisi post-hoc dello studio AFFIRM ha mostrato un aumento del rischio di mortalità per tutte le cause ( 41% ) tra i pazienti trattati con Digossina.La Digossina è una molecola appartenente alla classe dei glicosidi digitalici. Il farmaco viene utilizzato per aumentare la forza d […]

C) Dispositivi medici: defibrillatori impiantabili
Nel 2007 Medtronic decise di sospendere la distribuzione a livello mondiale della famiglia degli elettrocateteri Spirit Fidelis dopo che 5 pazienti, a cui erano stati impiantati questi cateteri, erano morti. Fino a quel periodo erano stati impiantati circa 268.000 cateteri.Uno studio ha mostrato che il tasso di fallimento continua ad aumentare con il tempo. I dati dello studio suggeriscono che la sostituzione dell’elettrocatetere Fidelis dovrebbe essere fortemente considerata al momento della sostituzione del generatore

Circa 268.000 elettrocateteri Fidelis sono stati impiantati in tutto il mondo fino a quando la distribuzione è stata sospesa a causa di un alto tasso di fallimento precoce.Analisi accurate dei predittori di rischio per il maggiore fallimento di questi elettrocateteri sono necessarie per aiutare nella progettazione di elettrocateteri nel prossimo futuro e per informare n […]

D) Aneurisma dell’aorta addominale: quale trattamento ?
La riparazione endovascolare del aneurisma della aorta addominale aveva guadagnato considerazione dopo i primi risultati di tre studi ( EVAR 1, DREAM, e OVER )

Aneurisma della aorta addominale: tassi di sopravvivenza simili con la riparazione endovascolare e a cielo aperto

I tassi di sopravvivenza a lungo termine dei pazienti con aneurisma della aorta addominale, sottoposti a riparazione endovascolare o a riparazione a cielo aperto sono simili.Queste sono le conclusioni dello studio OVER ( Open versus Endovascular Repair ).Nell’analisi a lungo termine, è stato osservato che il vantaggio di sopravvivenza perioperatoria con la riparaz […]


 
TROMBOSI – Nuovi Anticoagulanti: inibitori orali diretti del fattore Xa
 

Eliquis nella prevenzione del ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare, approvato nell’Unione Europea

La Commissione europea ha ampliato le indicazioni per l’utilizzo dell’anticoagulante orale Eliquis ( Apixaban ) per la prevenzione del ictus e della embolia sistemica nei pazienti adulti con fibrillazione atriale non-valvolare e con uno o più fattori di rischio per l’ictus.Apixaban è un inibitore diretto per os del fattore Xa, che previene la ge […]

Unione europea: Xarelto nel trattamento della embolia polmonare e nella prevenzione delle recidive di trombosi venosa profonda e di embolia polmonare

La Commissione europea ha approvato l’anticoagulante orale Rivaroxaban ( Xarelto ) nel trattamento della embolia polmonare e nella prevenzione delle recidive di trombosi venosa profonda e e di embolia polmonare nei pazienti adulti.L’approvazione di Rivaroxaban in queste indicazioni si basa sugli studio EINSTEIN-PE, che ha coinvolto 4.833 pazienti.Lo studio ha […]

 
 
Xarelto nella prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare
 

Xarelto approvato nell’Unione Europea per il trattamento del rischio di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale e della trombosi venosa profonda

La Commissione Europea ha approvato Xarelto ( Rivaroxaban ), un inibitore orale diretto del fattore Xa, per l’utilizzo in due nuove indicazioni:• trattamento del rischio di ictus e dell’embolia sistemica in pazienti adulti con fibrillazione atriale non-valvolare con uno o più fattori di rischio trombotico;• trattamento della trombosi venosa p […]

Cardiologia Newsletter di Aggiornamento

ALERT Cardiologia !

Top News / Trigliceridi e rischio coronarico

L’inibizione di ANGPTL4 associata a ridotto rischio di malattia coronarica

Il New England Journal of Medicine ( NEJM ) ha pubblicato due studi che hanno mostrato che le mutazioni inattivanti il gene ANGPTL44 ( gene codificante per la proteina simile ad angiopoietina-4 ) son …

Sostituzione valvolare aortica per via transcatetere

La fibrillazione atriale può peggiorare gli esiti di mortalità nei pazienti sottoposti a TAVR

I nuovi dati dello studio PARTNER hanno mostrato che la presenza di fibrillazione atriale alla dimissione ospedaliera dopo la sostituzione valvolare aortica per via transcatetere ( TAVR ) è associata …

Cardioprotezione

Il moderato consumo di tè può avere effetti cardioprotettivi

Dal Multi-Ethnic Study of Atherosclerosis ( MESA ) è emerso che il moderato consumo di tè è associato a ridotta progressione della calcificazione delle arterie coronarie e a minore incidenza di eventi …

Farmacovigilanza

EMA: il difetto nel device per la misurazione dell’INR nello studio ROCKET non influisce sulla sicurezza di Xarelto, un anticoagulante, impiegato nella fibrillazione atriale non-valvolare

L’EMA ( European Medicines Agency ) ha concluso che il difetto nel dispositivo per la misurazione dell’INR utilizzato nello studio ROCKET non cambia le conclusioni sulla sicurezza globale e sul rappor …

Farmaci antidiabetici & Rischio cardiovascolare

Studio LEADER: Liraglutide riduce in modo significativo il rischio di eventi avversi cardiovascolari maggiori nei pazienti con diabete di tipo 2

Sono stati presentati i risultati dello studio LEADER ( Liraglutide Effect and Action in Diabetes: Evaluation of cardiovascular outcome Results ), che ha studiato la sicurezza cardiovascolare di Lirag …

Cardiologia Newsletter di Aggiornamento

ALERT Cardiologia !

Top News / Rischio di scompenso cardiaco con alcuni farmaci antidiabetici appartenenti alla classe degli inibitori DPP-4

FDA: avvertenze riguardo al rischio di insufficienza cardiaca per i farmaci antidiabetici che contengono Saxagliptin e Alogliptin

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha comunicato che i farmaci per il diabete mellito di tipo 2 che contengono Saxagliptin e Alogliptin possono aumentare il rischio di insufficienza cardiaca, in p …

News

La supplementazione giornaliera a base di Vitamina-D3 può risultare benefica per i pazienti con insufficienza cardiaca

Per i pazienti con insufficienza cardiaca cronica, la supplementazione giornaliera con Vitamina D-3 può migliorare la funzione cardiaca. La prognosi per i pazienti con insufficienza cardiaca non è …

Il bypass aorto-coronarico riduce il tasso di mortalità a 10 anni nei pazienti con cardiomiopatia ischemica

I dati dello studio STICHES hanno mostrato che, rispetto alla sola terapia medica, il bypass aorto-coronarico ( CABG ) più terapia medica è in grado di ridurre i tassi di mortalità nell’arco di 10 ann …

DANAMI 3-iPOST: nessun significativo beneficio con il postcondizionamento ischemico dopo infarto STEMI

Il postcondizionamento ischemico nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento ST ( STEMI ) non è riuscito a ridurre in modo significativo la mortalità per qualsiasi causa o l’ospedalizza …

Gli inibitori della pompa protonica possono offrire gastroprotezione nei pazienti che necessitano di doppia terapia antiaggregante

Una analisi post-hoc dei dati dello studio COGENT ha mostrato che gli inibitori della pompa protonica possono ridurre gli eventi gastrointestinali nei pazienti che necessitano di doppia terapia antiag …

Il Punto 

Intervento coronarico percutaneo per malattia multivasale: la rivascolarizzazione incompleta associata a più elevato tasso di eventi a 1 anno

Nei pazienti con malattia multivasale sottoposti a procedura PCI ( intervento coronarico percutaneo ), la rivascolarizzazione incompleta al momento della dimissione ospedaliera è risultata correlata a …

Cardiologia Newsletter di Aggiornamento

ALERT Cardiologia !

Top News / Pazienti a rischio cardiovascolare intermedio & Statine

Studio HOPE-3: le statine riducono il rischio di malattia cardiovascolare nei pazienti a rischio intermedio

La terapia con statine ha ridotto significativamente il rischio di malattie cardiovascolari nei pazienti con rischio cardiovascolare intermedio. In particolare, la terapia con statine è risultata as …

Focus On :: Inibitori CETP :: DalCor avvia lo studio dal-GenE :: Interazione farmaco-gene ?

Studio dal-Outcomes: Dalcetrapib ha ridotto gli eventi cardiovascolari in una popolazione geneticamente distinta di pazienti

Gli inibitori CETP ( Cholesterol Ester Transfer Protein ) sono stati sviluppati in seguito al riconoscimento di una associazione tra polimorfismi di CETP e cambiamenti del colesterolo HDL in Giappone …

Focus On :: Sicurezza della supplementazione a base di Calcio ?

Nessun legame tra la supplementazione di Calcio, con o senza Vitamina-D, e i ricoveri in ospedale o la mortalità per eventi cardiovascolari

Ricercatori nel Regno Unito hanno presentato un nuovo studio che fornisce elementi a sostegno della sicurezza cardiovascolare della supplementazione di Calcio e di Vitamina-D. Lo studio è basato sul …

News

L’Estradiolo sembra avere un effetto anti-aterosclerotico quando somministrato alle donne nella prima fase del postmenopausa

La terapia con Estradiolo orale ha rallentato la progressione dell’aterosclerosi subclinica, quando avviato nella fase precoce della menopausa, ma non quando iniziata nella fase tardiva del postmenopa …

Molte cateterizzazioni cardiache diagnostiche pre-operatorie appaiono inutili

In questo studio retrospettivo su pazienti sottoposti a valutazione cardiaca prima della chirurgia non-cardiaca, circa il 50% dei pazienti sottoposti a cateterizzazione cardiaca erano asintomatici, e …

Losmapimod non migliora gli esiti cardiovascolari dopo infarto miocardico

Losmapimod, quando somministrato ai pazienti dopo infarto del miocardio, non ha ridotto i successivi gravi eventi cardiovascolari, compresa la morte. Dopo un infarto miocardico, gli elevati livelli …

Interruzione o continuazione della somministrazione di Aspirina prima della chirurgia coronarica

La maggior parte dei pazienti con malattia coronarica viene trattata con Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) per la prevenzione primaria o secondaria di infarto miocardico, ictus e morte. L’Aspirina …