Psoriasi Newsletter

ALERT Psoriasi !

Top News / Stati Uniti: nuovo farmaco per os per la psoriasi a placche

Otezla per il trattamento dei pazienti con psoriasi a placche da moderata a grave, approvato dalla FDA

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Otezla ( Apremilast ), un inibitore selettivo della fosfodiesterasi 4 ( PDE4 ) per via orale, per il trattame …

Altre News

Efficacia e sicurezza di Ustekinumab nel trattamento della psoriasi a placche

Una meta-analisi ha valutato l’efficacia e la sicurezza di Ustekinumab ( Stelara ) nella terapia della psoriasi a placche. L’efficacia è stata stimata utilizzando il rischio relativo del tasso d …

La dissincronia del ventricolo sinistro nei pazienti con psoriasi è una manifestazione precoce di coinvolgimento cardiaco

Sebbene sia stato accertato un aumento dei rischi cardiovascolari nei pazienti affetti da psoriasi, non ci sono dati riguardo ai cambiamenti di sincronia di contrazione in questi pazienti. Pertanto …

Il trattamento dei pazienti con psoriasi a placche: Metotressato più Pioglitazone versus Metotressato da solo

I tiazolidinedioni ( noti anche come glitazoni ) hanno dimostrato di essere efficaci con un favorevole profilo di sicurezza quando vengono utilizzati nel trattamento della psoriasi a placche di tipo c …

Trattamento della psoriasi da moderata a grave con Adalimumab: sottoanalisi degli effetti sulle unghie e sul cuoio capelluto

Un’analisi post hoc ha esaminato gli effetti di Adalimumab ( Humira ) nei pazienti con psoriasi del cuoio capelluto e/o con psoriasi ungueale che hanno preso parte a BELIEVE, uno studio multicentrico, …

MOTORI DI RICERCA IN MEDICINA – XAGENA

MediExplorer FarmaExplorer MedFocus Xapedia

Apremilast ha dimostrato miglioramenti clinicamente significativi e sostenuti nei pazienti adulti con psoriasi a placche moderata-grave di pelle, unghie e cuoio capelluto

Sono stati presentati i nuovi dati su Apremilast ( Otezla ), un inibitore selettivo orale della fosfodiesterasi 4 ( PDE4 ), dagli studi di fase III ESTEEM 1 e 2 in pazienti con forma moderata-grave di psoriasi a placche. Negli studi ESTEEM 1 e 2, … Leggi

Guselkumab, un anticorpo monoclonale anti-IL-23, nel trattamento della psoriasi a placche

I pazienti con forma moderata-grave di psoriasi a placche che sono stati trattati con Guselkumab hanno raggiunto il punteggio alla scala PGA ( Physician’s Global Assessment ) di clear o minimo dopo 16 settimane di trattamento. L’efficacia di … Leggi

Trattamento della artrite psoriasica: Golimumab sicuro ed efficace fino a 5 anni

Il trattamento a lungo termine, per cinque anni, con Golimumab ( Simponi ) nei pazienti con artrite psoriasica si è dimostrato sicuro ed efficace. Sono stati studiati 405 pazienti con artrite psoriasica attiva naive ( mai trattati ) ai farmaci … Leggi

Efficacia di Brodalumab nella psoriasi a placche

Uno studio di fase 3, AMAGINE-1, ha mostrato che Brodalumab nei pazienti con forma moderata-grave di psoriasi a placche ha incontrato gli endpoint primari e secondari di miglioramento della malattia, rispetto al placebo. Brodalumab è un nuovo … Leggi

Evidence-based Medicine 

EBM, una branca della Medicina che si propone di facilitare le decisioni diagnostiche e terapeutiche, con risvolti anche nella gestione delle risorse economiche

La medicina basata sulle evidenze: per una medicina dell’appropriatezza clinica e organizzativa

La Evidence Based Medicine ( EBM ) consiste, secondo la tradizionale definizione di Dave Sackett ( 1997 ), nell’uso esplicito, ponderato e attento ai valori della persona  delle migliori evidenze disponibili per prendere decisioni sull’assistenza del singolo paziente.
Si tratta pertanto di un iter di apprendimento continuo fondato su casi specifici, che consente di convertire la necessità di informazioni direttamente in domande; di formulare tali domande nel modo più obiettivo e appropriato – sia che emergano dall’esame clinico, dagli esami di  laboratorio, e dalle pubblicazioni scientifiche; di valutare  criticamente l’obiettività delle prove sperimentali in base alla loro robustezza e applicabilità clinica; di applicare i risultati di tale stima alla pratica clinica; di valutarne le conseguenze.
Il metodo della EBM è particolarmente adatto a garantire l’appropriatezza dell’impiego delle risorse in quanto  consente di giustificarne in modo preciso l’allocazione in relazione ai diversi quadri e contesti clinici.

Precedente Farmaci & Farmacologia Newsletter Successivo Oncologia Newsletter